ZFU Lombardia Domande agevolazioni dal 20 novembre

ZFU Lombardia Domande agevolazioni dal 20 novembre

Il Ministero dello Sviluppo economico, con la circolare n. 171549 del 15 novembre 2017, fornisce le istruzioni circa le modalità di fruizione delle agevolazioni in favore delle microimprese localizzate nella zona franca dei comuni della Lombardia, che è stata istituita ai sensi della Legge di Stabilità 2016 (L. n. 208/2015, art. 1, comma 445) a seguito del sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Il MiSE chiarisce alcuni aspetti dei benefici suddetti, alla luce delle novità introdotte dalla Manovra correttiva 2017 (Dl n. 50/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 96/2017).

Agevolazioni riconosciute alle microimprese

Alle microimprese in possesso dei requisiti previsti dalla Legge di Stabilità 2016 sono riconosciute agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali. La stessa norma dispone che tali esenzioni fiscali sono concesse ai soggetti beneficiari esclusivamente per il periodo di imposta 2016, fissando la disponibilità finanziaria in 5 milioni di euro per l’anno 2016.

E' stato il Dl 50/2017 a prorogarle fino al 31 dicembre 2017 e ad incrementare la disponibilità finanziaria di ulteriori cinque milioni di euro per l’anno 2017. Tale disponibilità, come per l'anno 2016, include anche gli oneri di gestione dell’intervento, pari a 100.000 euro.

Lo stesso Decreto legge ha, poi, precisato che l'accesso alle agevolazioni da parte delle imprese già beneficiarie della concessione di cui al decreto direttoriale 31 maggio 2016, avviene a seguito di apposita comunicazione trasmessa con modalità esclusivamente telematiche e sulla base di uno specifico modello, riportato in allegato alla nuova circolare ministeriale.

Modalità per fruire dell'agevolazione

La circolare MiSE n. 172549 precisa, ora, che:

  • le comunicazioni, firmate digitalmente, devono essere presentate in via esclusivamente telematica tramite la procedura informatica accessibile dalla sezione “Zona Franca Lombardia” del sito Internet del Ministero (www.mise.gov.it);
  • l’accesso alla procedura informatica prevede l’identificazione e l’autenticazione tramite il codice fiscale dell’impresa beneficiaria dell’agevolazione. Le imprese, pertanto, sono invitate a verificare tempestivamente la propria posizione presso il Registro delle Imprese, con particolare riferimento al possesso di una casella PEC attiva presso lo stesso;
  • possono accedere alla procedura i soggetti rappresentanti legali dell’impresa o altro soggetto delegato di potere di rappresentanza;
  • la comunicazione deve essere firmata digitalmente dal soggetto che la compila e presenta. In caso di presentazione da parte di un soggetto delegato, deve essere trasmesso anche il documento di delega sottoscritto con firma digitale o in modalità autografa con copia del documento di identità.

Comunicazione dal 20 novembre 2017

Circa la tempistica, sottolinea la nuova circolare che:

  • le comunicazioni possono essere presentate a decorrere dal 20 novembre 2017 e comunque in data utile per la fruizione delle agevolazioni per il periodo di imposta indicato. Le comunicazioni inviate con modalità difformi da quelle descritte non sono prese in considerazione.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola 10 giugno 2016 - ZFU Lombardia con codice tributo – Moscioni
FiscoAgevolazioni