Tipologie contrattuali

I contratti di collaborazione coordinata e continuativa anche a progetto

Redazione eDotto | 04/08/2015

Aggiornato con: D.Lgs n. 81/2015, art. 52; Fondazione Studi CDL, circolare n. 13/2015 - L’art. 52, D.Lgs. 81/2015 ha stabilito che, a decorrere dal 25.6.2015, le disposizioni di cui agli articoli da 61 a 69-bis del D.Lgs. n. 276 del 2003 sono abrogate e continuano ad applicarsi esclusivamente per la regolazione dei contratti già in atto alla data di entrata in vigore del decreto stesso (ovvero 25 giugno 2015). Resta comunque salvo quanto disposto dall'articolo 409 c.p.c. Conseguentemente, dal 25 giugno 2015 non è possibile più stipulare contratti di co.co.pro., ma la disciplina degli stessi continua ad applicarsi a quelli in vigore, fino alla loro scadenza.

Tipologie contrattuali

Contratto di associazione in partecipazione con apporto di lavoro

Redazione eDotto | 04/08/2015

Aggiornato con: D.Lgs. n. 81/2015, art. 52; Fondazione Studi CdL, circolare n. 13/2015 - L’art. 53, D.Lgs. n. 81/2015, ha apportato modifiche all’art. 2549 c.c. per cui dal 25 giugno 2015, nel caso in cui l'associato sia una persona fisica l'apporto non può consistere, nemmeno in parte, in una prestazione di lavoro. Quindi, in base alla nuova disciplina sono vietati i contratti di associazione in partecipazione nei quali l’apporto dell’associato persona fisica consista, in tutto o in parte, in una prestazione di lavoro. Rimangono, comunque, in essere i contratti in vigore alla data del 25 giugno 2015, fino alla loro cessazione.

Tipologie contrattuali

Mini Co.co.co.

Redazione eDotto | 03/08/2015

Aggiornato con: D.Lgs. n. 81/2015, art. 52 - L’art. 52, D.Lgs. 81/2015 ha stabilito che, a decorrere dal 25.6.2015, le disposizioni di cui agli articoli da 61 a 69-bis del D.Lgs. n. 276 del 2003 sono abrogate e continuano ad applicarsi esclusivamente per la regolazione dei contratti già in atto alla data di entrata in vigore del decreto stesso (ovvero 25 giugno 2015). Resta comunque salvo quanto disposto dall'articolo 409 c.p.c., per cui dal 25 giugno 2015 non è possibile più stipulare contratti di mini co.co.co, ma la vecchia disciplina degli stessi continua ad applicarsi a quelli in vigore, fino alla loro scadenza.

Tipologie contrattuali

Part-time dal 25.6.2015

Rossella Schiavone | 13/07/2015

Aggiornato con: D.Lgs. n. 81 del 15 giugno 2015, artt. 4-12. Il lavoro a tempo parziale è un rapporto di lavoro subordinato in cui l’orario di lavoro concordato tra le parti è pari ad un numero di ore inferiore all’orario normale di lavoro definito ex art. 3, D.Lgs. n. 66/2003.

Tipologie contrattuali

Il nuovo apprendistato

Rossella Schiavone | 02/07/2015

Abrogato il D.Lgs. n. 167/2011, l’apprendistato è ora disciplinato dagli articoli da 41 a 47 del D.Lgs. n. 81/2015. Definizione e tipologie L’apprendistato rimane comunque un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione ed all’occupazione dei giovani e si articola in tre...

LavoroLavoro subordinatoTipologie contrattuali


Prestazione d'opera occasionale

Redazione eDotto | 13/05/2015

Il lavoro occasionale può essere svolto da qualsiasi soggetto anche se già impiegato in altro rapporto lavorativo, salvo disposizioni diverse previste dal contratto di appartenenza che non prevedano lo svolgimento di altre attività concorrenziali. Esso può essere svolto per qualsiasi tipo di attività. Il risultato potrà essere di tipo intellettuale o materiale.

Tipologie contrattuali

Lavoro accessorio

Redazione eDotto | 29/04/2015

Aggiornato con: Circolare Inps n. 77 del 16.4.2015 - È possibile utilizzare i così detti buoni lavoro in tutti i settori di attività e per tutte le categorie di prestatori. A titolo esemplificativo ma non esaustivo: settori turismo, commercio, servizi, industria, artigianato e, ancora, lavoro domestico, lavori di giardinaggio, manifestazioni sportive, culturali, fieristiche, insegnamento privato, ecc.

Tipologie contrattuali

Diritto di precedenza. La soluzione dei CdL per evitare dubbi interpretativi

Redazione eDotto | 24/04/2015 Con comunicato stampa del 21 aprile 2015, il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ha proposto una soluzione per evitare dubbi interpretativi in merito al diritto di precedenza dei contratti a termine. Infatti, l’interpretazione restrittiva della normativa da parte dell’INPS può escludere dalla fruizione dei benefici contributivi molte imprese e il CNO ha proposto la riformulazione della norma all’interno del decreto di riforma delle tipologie contrattuali in discussione...
Consulenti del lavoroProfessionistiTipologie contrattualiLavoro subordinatoLavoro

Nuova disciplina del Contratto di lavoro a tempo determinato - valida fino al 24.6.2015

Redazione eDotto | 21/04/2015

Aggiornato con: D.L. n. 34/2014, convertito in Legge n. 78/2014; Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, circolare n. 18 del 30.7.2014 e interpello n. 30/2014; Fondazione Studi dei CdL, parere n. 6 del 9.12.2014 - Tutti i datori di lavoro pubblici e privati possono assumere con contratto a tempo determinato, nell’osservanza della nuova disciplina contenuta nel rinnovato D.lgs. n. 368/2001 e alle eventuali deroghe alla contrattazione collettiva. La norma però non si applica a tutti i contratti a tempo determinato. Implicitamente, sono esclusi dall’ambito di applicazione della legge (in quanto già disciplinati da norme specifiche) i contratti di apprendistato e le tipologie contrattuali legate a fenomeni di formazione attraverso il lavoro (contratti di inserimento, stage, tirocini formativi, etc).

Tipologie contrattuali