ANC. Fatturazione elettronica: dalle Entrate comunicato non rispondente alla realtà

ANC. Fatturazione elettronica: dalle Entrate comunicato non rispondente alla realtà

Scatena la reazione dell'Associazione nazionale commercialisti il comunicato stampa del 3 gennaio 2019, emesso dall'Agenzia delle Entrate, in cui si dichiara: niente anomalie durante i primi tre giorni di e-fattura.

L'Anc replica con il comunicato del 4 gennaio 2019: per l’Agenzia nessun malfunzionamento nel sistema Fattura elettronica, la realtà però sembra essere diversa.

Il presidente Anc, Marco Cuchel: “ci risultano segnalazioni di utenti che collegandosi al portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate visualizzano il messaggio 'il sistema non è al momenti disponibile ci scusiamo per l’inconveniente e si prega di riprovare più tardi'.".

Ripetuti blocchi e rallentamenti del sistema

Questa la nota delle Entrate: “A partire dal primo gennaio 2019, sul sistema di interscambio (Sdi) sono già transitate quasi un milione e mezzo di fatture elettroniche senza che il partner tecnologico Sogei abbia rilevato alcun problema tecnico o rallentamenti. Anche i centri multicanale dell’Agenzia non hanno ricevuto segnalazioni di malfunzionamenti. Per il 97% dei documenti inviati è stata già resa disponibile la ricevuta dell’invio prima degli ordinari 5 giorni previsti dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate”.

Dunque, se per l'Agenzia non si sono registrate anomalie o rallentamenti sul portale fatture e corrispettivi, l'Anc riferisce che gli utenti del portale dell'Agenzia dallo scorso 2 gennaio, stando alle segnalazioni pervenute, risultano alle prese con ripetuti blocchi e rallentamenti del sistema.

Inoltre, anche sul fronte delle deleghe inviate dai professionisti intermediari per i propri clienti risultano esserci ritardi nell’elaborazione da parte dell’Agenzia.

La situazione verosimilmente, si legge nel comunicato, potrà peggiorare con la prossima settimana, quando le attività di imprese e professionisti torneranno a pieno regime dopo la pausa per le festività.

Sarebbe molto interessante – spiega il presidente Anc - poter sapere quante delle fatture elettroniche già transitate sul sistema di interscambio (Sdi), che come riferito dall’Agenzia sono quasi un milione e mezzo, sono state spedite mediante piattaforme private e quante invece tramite il portale Fatture e Corrispettivi.”.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com - Edicola del 21 dicembre 2018 - Fatturazione elettronica. No alla banca dati Entrate, archiviati solo i dati fiscali - Moscioni
FiscoIVAImposte indiretteImposteCommercialisti ed esperti contabiliProfessionisti