Bonus baby-sitting, online la nuova procedura

Pubblicato il



Bonus baby-sitting, online la nuova procedura

Rilasciata la procedura telematica per la presentazione della nuova domanda per i due nuovi bonus introdotti dal D.L. n. 34/2020 (cd. “Decreto Rilancio”), per servizi di baby-sitting e per l’iscrizione ai centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia. In particolare, i genitori beneficiari che non hanno richiesto la predetta agevolazione durante la prima fase di emergenza sanitaria, avranno diritto a 1.200 euro, ovvero a 2.000 euro nel caso di lavoratori dipendenti del settore sanitario. Diversamente, coloro che hanno già fruito del bonus baby-sitting, la richiesta è finalizzata solamente ad ottenere l’importo integrativo del precedente, senza tuttavia superare gli importi massimi previsti, pari a 1.200 euro o 2.000 euro.

Ne dà notizia l’INPS, con il messaggio n. 2350 del 5 giugno 2020, specificando che il bonus è valevole dal 5 marzo 2020 al 31 luglio 2020. La pubblicazione del predetto documento di prassi è stata comunicata anche dal Ministero del Lavoro, con la notizia dell’8 giugno 2020.

Bonus baby-sitting, soggetti interessati

I due bonus spettano ai genitori di figli di età non superiore a 12 anni, e in particolare:

  • ai dipendenti del settore privato;
  • agli iscritti in via esclusiva alla Gestione separata di cui all’art. 2, co. 26, della L. n. 335/1995;
  • agli autonomi iscritti all’INPS;
  • agli autonomi iscritti alle casse professionali.

Bonus baby-sitting, modalità di erogazione

Per quanto concerne le modalità di erogazione della prestazione, il bonus per servizi di baby-sitting è erogato dall’INPS mediante il Libretto Famiglia di cui all’art. 54-bis del D.L. n. 50/2017. A tal fine, i beneficiari hanno l’onere di:

  • registrarsi tempestivamente come “utilizzatori” di Libretto Famiglia sul sito INPS, nell’apposita sezione dedicata alle prestazioni occasionali “Libretto Famiglia link”;
  • registrarsi come “prestatori” sulla piattaforma dell’INPS dedicata alle prestazioni occasionali.

Dopo tali adempimenti preliminari, una volta concesso il bonus da parte dell’INPS, il genitore beneficiario deve effettuare la cd. “appropriazione” del bonus tramite Libretto Famiglia, entro il termine di 15 giorni solari dalla ricezione della comunicazione di accoglimento della domanda, mediante i canali telematici indicati nella domanda stessa.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 28 maggio 2020 - Bonus baby-sitting, come cambia con il Decreto Rilancio? – Bonaddio