Bonus duecento euro, presentazione delle domande

Pubblicato il



Bonus duecento euro,  presentazione delle domande

Facendo seguito alla precedente circolare n. 73/2022, l’Inps fornisce, con il messaggio n. 2580 di ieri 27 giugno, ulteriori chiarimenti in ordine alle modalità di presentazione delle richieste del bonus di duecento euro per alcune particolari categorie di beneficiari.

Il bonus: destinatari e requisiti

Come noto, il D.L. n. 50/2022 (c.d. Decreto aiuti) ha istituito l’indennità una tantum di duecento euro in favore di lavoratori dipendenti, pensionati, disoccupati, percettori del reddito di cittadinanza, colf, stagionali, co.co.co. e liberi professionisti in possesso di specifici requisiti.

Possono accedere al beneficio i lavoratori dipendenti non titolari dei trattamenti di cui all'art. 32, cc. 1 e 18, D.L. n. 50/2022 e che hanno beneficiato per almeno una mensilità, dal 1° gennaio 2022 al 23 giugno 2022, dell'esonero dello 0,8%.

Il bonus spetta a tutti i lavoratori purché venga rispettato il limite della retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali di 2.692 euro.

In caso di pluralità di rapporti di lavoro, è possibile chiedere il pagamento del bonus a un solo datore di lavoro.

Il bonus: come e quando viene erogato

Il bonus è riconosciuto in via automatica, previa dichiarazione del lavoratore in cui attesti il possesso dei requisiti di legge, con la retribuzione del mese di luglio, con successiva compensazione da parte dei datori di lavoro in UniEmens; i dipendenti delle PA non sono tenuti a rendere invece alcuna dichiarazione.

Il bonus: presentazione delle domande per particolari categorie di beneficiari

L’Istituto, con il messaggio in oggetto, comunica che è disponibile il servizio on line di presentazione delle domande per alcune particolari categorie di lavoratori accedendo alla sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” raggiungibile dalla home page del sito web dell’Istituto seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”; una volta autenticati è necessario selezionare la propria categoria di appartenenza all’interno delle seguenti:

  • lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori domestici.Questi, se risultano titolari di uno o più rapporti di lavoro al 18 maggio 2022 con reddito annuo 2021 inferiore a 35.000 euro, possono presentare la domanda fino al 30 settembre 2022, mentre l’erogazione è prevista dal mese di luglio 2022;
  • indennità una tantum per i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti (compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo);
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio.

Il termine di presentazione è stabilito al 31 ottobre 2022; una volta presentata la domanda, accedendo alla medesima procedura, gli interessati possono consultare le ricevute e i documenti prodotti dal sistema, monitorare lo stato di lavorazione della stessa ed eventualmente aggiornare le informazioni relative alle modalità di pagamento.

Come di consueto, le modalità di accesso al servizio sono le seguenti:

  • SPID di livello 2 o superiore;
  • CIE;
  • CNS.

E’ comunque possibile inoltrare le domande tramite il servizio di Contact Center Multicanale, raggiungibile telefonicamente al numero verde 803 164 da rete fissa, o al numero 06 164164 da rete mobile, o attraverso gli Istituti di Patronato.

Allegati