Bonus vacanze. FAQ del Mibac

Pubblicato il


Bonus vacanze. FAQ del Mibac

Partita ieri, 1 luglio 2020, per protrarsi fino al 31 dicembre 2020, la richiesta del c.d. bonus vacanze. L’app IO consente la spesa al nucleo familiare, identificato da un codice univoco, cui sarà associato un QR code.  

Al cittadino sarà sufficiente comunicare all’albergatore quel codice e il codice fiscale al momento del pagamento del soggiorno presso la struttura. 

Viceversa, alla struttura turistica (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast) sarà rimborsato - sotto forma di credito d’imposta utilizzabile in compensazione senza limiti d’importo, attraverso il modello F24 - lo sconto applicato all'ospite in possesso del bonus.

Informazioni, modalità e adempimenti sono sulla guida d’uso dell’Agenzia delle Entrate

 Il Mibac, che al tax credit vacanze ha dedicato uno spazio nella sezione FAQ del sito internet, ricorda che il bonus: 

  • potrà essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che l’ha richiesto (la app IO permette al richiedente di condividere il bonus con gli altri componenti del nucleo familiare, anche se non hanno accesso alla app); 

  • potrà essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia tra le sopra indicate;

  • sarà fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore;  

  • il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale). 

Il Ministero invita, poi, alla consultazione del vademecum che le Entrate hanno dedicato al bonus vacanze.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 18 giugno 2020 - Bonus vacanze. Modalità di accesso e fruizione – A. Lupoi