Commercialisti, elezioni ordini locali. Formazione sul voto da remoto

Pubblicato il



Commercialisti, elezioni ordini locali. Formazione sul voto da remoto

Si informa che il 10 e l’11 febbraio 2022, dalle ore 10.00 alle ore 11.00, i componenti dei seggi elettorali ed i tecnici informatici per il voto degli Ordini locali dei commercialisti potranno assistere ad un corso di formazione per conoscere al meglio le procedure del voto a distanza: verranno, infatti, illustrate tutte le varie attività che dovranno essere svolte in fase di insediamento del seggio, di votazione e di scrutinio.

A renderlo noto l’informativa n. 17/22 del 7 febbraio 2022.

Il corso sarà messo a disposizione dalla società Multicast che invierà ai destinatari il link da cui poter assistere. I componenti dei seggi e i tecnici informatici potranno scegliere liberamente in quale delle due giornate partecipare al corso illustrativo.

Ordini territoriali, adozione del voto da remoto per le elezioni del 21 e 22 febbraio

I tre Commissari straordinari che attualmente guidano il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, a seguito della nota ricevuta dal Ministero della Giustizia e “in conformità e in esecuzione della stessa”, hanno comunicato con l’informativa n. 6/2022 di aver deliberato di differire la data di convocazione dell’assemblea elettorale per il rinnovo dei Consigli degli Ordini territoriali, dei Collegi dei Revisori/Revisore unico e per l’elezione dei Comitati pari opportunità al 21 e 22 febbraio 2022.

Il Ministero della Giustizia evidenza nella nota come il mantenimento del voto in presenza è attualmente precluso dalla situazione sanitaria e dal provvedimento di sospensione emesso dal Tar Lazio e si porrebbe in insanabile contrasto con la disposizione di legge in materia di rinnovo degli organi elettivi scaduti.

A tal fine, invita il Consiglio Nazionale a disporre che ciascun consiglio dell’Ordine territoriale che abbia optato per tale modalità revochi, in sede di autotutela, tale determinazione, disponendo che l’espletamento delle operazioni elettorali del 21 e 22 febbraio 2022 si svolgano solo in modalità telematica.

Inoltre, gli Ordini territoriali che abbiano previsto il voto per corrispondenza devono dichiarare inefficaci i voti già espressi, in quanto modalità incompatibile con il voto telematico, e, al contempo, devono inserire negli elenchi degli aventi diritto al voto anche coloro che abbiano già espresso il voto per corrispondenza.

Gli Ordini, a loro volta, vengono invitati ad assumere tempestivamente le necessarie delibere e a dare comunicazione agli iscritti delle nuove modalità di voto e delle nuove date delle elezioni.

Tale comunicazione deve essere effettuata entro il 22 gennaio tramite Pec o con gli altri mezzi indicati dal comma 2, articolo 18 del Dlgs 139/2005.

Gli avvisi di ripresa del procedimento elettorale devono essere tempestivamente comunicati anche al Consiglio nazionale.

Allegati