Commercialisti, le date degli esami di Stato 2022. Prova a distanza

Pubblicato il



Commercialisti, le date degli esami di Stato 2022. Prova a distanza

I Commissari straordinari CNDCEC hanno comunicato, nell’informativa n. 46/2022, le date delle due sessioni degli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista e di esperto contabile, in base all’ordinanza emanata dal MUR n. 442 del 5 maggio 2022.

Esami di Stato per commercialisti ed esperti contabili 2022: il calendario

Per l’accesso alla sezione A dell'albo, la prima sessione di esami si svolgerà il 25 luglio, mentre la seconda il 17 novembre; per la sezione B, le date sono 27 luglio e 24 novembre.

Le prove integrative ai fini dell’iscrizione al registro dei revisori legali si svolgeranno secondo l’ordine stabilito per le singole sedi dai Presidenti delle commissioni esaminatrici, reso noto con avviso nell’albo dell’università sede d’esame.

La domanda di ammissione alla prima sessione va presentata non oltre il 23 giugno 2022 mentre per la seconda sessione entro il 19 ottobre, presso la segreteria dell’università o istituto di istruzione universitaria in cui intendono sostenere gli esami.

I candidati che hanno presentato domanda di accesso alla prima sessione ma che non hanno potuto partecipare alle prove si possono presentare alla seconda sessione avanzando una nuova domanda entro la data del 19 ottobre 2022, facendo riferimento alla documentazione già allegata alla precedente istanza.

Sono ammesse anche le domande inviate a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento; farà fede la data dell’ufficio postale accettante.

Il Rettore o il Direttore dell’ateneo potrà accogliere domande giunte oltre la data fissata qualora ritenga che il ritardo sia giustificato da gravi motivi, i quali devono essere specificati nei singoli bandi.

Partecipazione a distanza

L’ordinanza del MUR stabilisce che, in deroga alle disposizioni normative vigenti, gli esami saranno sostenuti con un’unica prova orale in modalità a distanza.

Gli atenei dovranno garantire che la prova verta su tutte le materie previste dalle specifiche normative di riferimento; inoltre si deve accertare l’acquisizione delle competenze, nozioni e abilità richieste dalle normative riguardanti ogni singolo profilo professionale.

Svolgimento del tirocinio

L’ordinanza ministeriale tratta anche delle modalità di svolgimento del tirocinio professionale affermando che può essere espletato in modalità a distanza.

Sul punto si era espresso il Cndcec, con pronto ordini n. 90 del 14 aprile 2022, rilevando che, in mancanza di istruzioni del MUR, era da ritenersi che il tirocinio si sarebbe dovuto svolgere in presenza.

Ora il MUR stabilisce anche lo svolgimento da remoto.

In ogni caso, il tirocinio, anche nello svolgimento con modalità a distanza, dovrà perseguire gli obiettivi e le finalità previsti negli accordi eventualmente stipulati tra gli atenei, le istituzioni, gli enti accreditati e gli ordini professionali per le professioni che ne prevedono l’esistenza.

Allegati