Contrattazione con il “bollino”

Pubblicato il



Sentenza di Cassazione numero 212 del 9 gennaio 2008: è giudicato antisindacale il comportamento del datore di lavoro che esclude dal tavolo di contrattazione la rappresentanza locale di un sindacato che riveste i requisiti richiesti dall’articolo 19 dello Statuto dei lavoratori, cui va perciò riconosciuta forza nazionale. Sottolinea in merito la Suprema Corte che per stabilire il carattere nazionale delle associazioni loro richiesto per legittimarle all’azione di repressione della condotta antisindacale, conta la capacità di contrarre con la parte datoriale accordi o contratti collettivi che trovano applicazione nell’intero Stato. Non rileva che le loro strutture siano diffuse sul territorio. 

Allegati