Dl Cura Italia: stop udienze e termini fino al 15 aprile

Pubblicato il


Dl Cura Italia: stop udienze e termini fino al 15 aprile

Rinvio d’ufficio a dopo il 15 aprile 2020 delle udienze calendarizzate dal 9 marzo al 15 aprile 2020 per i procedimenti civili e penali pendenti presso tutti gli uffici giudiziari.

Sospesa, nello stesso periodo, la decorrenza dei termini per il compimento di qualsiasi atto dei procedimenti civili, penali e amministrativi, salvo specifiche eccezioni.

E' così esteso, al 15 aprile, il cosiddetto "periodo cuscinetto" individuato nel precedente DL n. 11/2020.

DL Cura: misure urgenti Giustizia

Sono alcune delle misure di interesse del settore Giustizia contenute nell’ultimo Decreto-legge (cosiddetto "Cura Italia") varato dall’Esecutivo nella seduta del Consiglio dei ministri di ieri, 16 marzo 2020, ai fini del potenziamento del servizio sanitario nazionale e del sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese, misure connesse all’emergenza epidemiologica da Coronavirus.

Notifiche telematiche nel penale

Il provvedimento reca anche interventi per il ripristino della funzionalità degli Istituti penitenziari e per la prevenzione della diffusione del COVID-19 nelle carceri.

Tra le soluzioni per affrontare l’emergenza negli Istituti di detenzione, si segnala la concessione degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, al posto del carcere, per chi deve scontare una pena da 6 a 18 mesi di reclusione.

Le notificazioni e le comunicazioni in ambito penale – si prevede nel nuovo testo – dovranno eseguirsi esclusivamente per via telematica, con previsione di una generale domiciliazione presso l’avvocato di fiducia dell’imputato e di tutte le parti private.

Nel testo, sono ricomprese anche norme in materia di svolgimento delle assemblee di società e per il differimento del termine di adozione dei rendiconti annuali 2019 e dei bilanci di previsione 2020-2022.

Per finire, si segnalano anche provvedimenti a sostegno della categoria dei magistrati onorari in servizio.

A questi, viene riconosciuto un contributo economico mensile pari a 600 euro, per un massimo di 3 mesi, parametrato al periodo effettivo di sospensione dell’attività.

Si resta in attesa della pubblicazione del nuovo DL in Gazzetta Ufficiale.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Punto & Lex del 16 marzo 2020 - Sospensione termini e udienze: ulteriore rinvio – Pergolari
  • edotto.com – Punto & Lex del 9 marzo 2020 - Coronavirus. Rinvio d’ufficio e sospensione dei termini in tutti gli Uffici – Pergolari