Intelligenza artificiale e Blockchain: risorse subito esaurite

Pubblicato il



Intelligenza artificiale e Blockchain: risorse subito esaurite

Agevolazioni a favore di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione volti allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e metaverso: stop alle domande già alla fine del primo giorno di apertura per la presentazione delle istanze.

Con decreto direttoriale del 21 settembre 2022, il Ministero dello Sviluppo Economico comunica la sospensione dei termini di presentazione delle domande dal 22 settembre 2022, a causa dell'esaurimento delle risorse.

Infatti, si legge nelle premesse al decreto, "alle ore 18.00 della giornata del 21 settembre 2022 risultano presentate domande di agevolazione alle quali corrisponde un fabbisogno finanziario superiore alle risorse complessivamente disponibili".

Agevolazioni per intelligenza artificiale, blockchain

Al via, con l’emanazione del decreto del Ministero dello sviluppo economico dello scorso 24 giugno, la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni a favore di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione volti allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e metaverso di cui al decreto interministeriale del 6 dicembre 2021.

Dal 21 settembre 2022, dopo il previsto periodo per il precaricamento, è stato possibile completare l'iter per l'invio delle istanze.

Ma come è strutturata la misura di cui è giunta l'attuazione dopo un lungo periodo?

Ambito di applicazione, ammontare delle risorse e spese finanzibili

Il decreto interministeriale 6 dicembre 2021 ha previsto l’erogazione di agevolazioni in favore dei progetti di ricerca sopra elencati a favore dei seguenti settori strategici:

  • industria e manifatturiero;
  • sistema educativo;
  • agroalimentare;
  • salute;
  • ambiente ed infrastrutture;
  • cultura e turismo;
  • logistica e mobilità;
  • sicurezza e tecnologie dell’informazione;
  • aerospazio

I quarantacinque milioni di euro disponibili, di cui il 60% è riservato ai progetti proposti da PMI e reti di imprese e il 34% a progetti da realizzare nel Mezzogiorno, sono così ripartiti:

  • 25 milioni per progetti per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale;
  • 10 milioni per progetti di sviluppo della tecnologia Blockchain;
  • 10 milioni per progetti di sviluppo del metaverso

Sono finanziabili le spese sostenute per il personale, i costi relativi a strumentazione e attrezzature,  a servizi di consulenza, le spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi quelli dei materiali e delle forniture.

Beneficiari e requisiti

Beneficiano delle agevolazioni i seguenti soggetti:

  • le imprese di produzione di beni o di servizi e di trasporto, anche artigiane;
  • le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
  • le imprese che esercitano attività ausiliarie a quelle di cui sopra;
  • i centri di ricerca.

Detti soggetti devono possedere però, al momento della presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

  • essere società iscritte nel registro delle imprese;
  • non essere in liquidazione volontaria né in procedura concorsuale;
  • avere un regime contabilità ordinaria e disporre di almeno due bilanci approvati;
  • non essere in difficoltà, secondo quanto individuata nel regolamento Gber;
  • essere in regola con la restituzione di somme dovute in relazione a provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal ministero
  • non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e non rimborsato gli aiuti illegali o incompatibili.

I progetti finanziabili

Come detto, sono finanziabili i progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, innovazione dell'organizzazione e innovazione di processo, per lo sviluppo delle tecnologie di intelligenza artificiale, blockchain e metaverso che:

  • siano realizzati in una unità produttiva ubicata sul territorio nazionale;
  • prevedano spese tra i cinquecentomila e i due milioni di euro;
  • siano avviati entro tre mesi dal decreto di concessione;
  • abbiano una durata tra i ventiquattro e i trenta mesi.

Come si presenta la domanda

La domanda, accolta nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, va presentata dal 21 settembre 2022 in modalità telematica dalle ore 10.00 alle ore 18.00 di tutti i giorni lavorativi, utilizzando la procedura disponibile nel sito internet di Infratel (www.infratelitalia.it), mediante la piattaforma dedicata all'iniziativa.

Dal 14 settembre è disponibile una fase di precompilazione per avviare l'inserimento della documentazione sulla piattaforma online.

N.B. Le domande di agevolazione accedono alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione (le domande presentate nello stesso giorno sono considerate come pervenute nello stesso istante, indipendentemente dall’ora e dal minuto di invio).

Istruttoria

L'attività istruttoria si svolge entro il termine di settanta giorni dalla presentazione della domanda di agevolazione.

Se l'esito è risultato positivo, il soggetto proponente, ricevuta la comunicazione, è tenuto a presentare, entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione stessa ed esclusivamente attraverso la procedura disponibile nel sito internet di Infratel una serie di documenti.

Allegati