Fisco Appuntamenti via sms

Pubblicato il


Fisco Appuntamenti via sms

L'Agenzia delle Entrate fa il punto sul nuovo servizio – attivo dal mese di ottobre 2016 – di invio dei messaggi ai contribuenti via cellulare.

Sono interessati tutti coloro che hanno lasciato il proprio numero di cellulare nell’area Servizi online del sito dell’Agenzia delle Entrate, che si stimano siano stati circa in 400mila.

Di questi, già 2400 cittadini sono stati avvertiti, tramite sms, di consultare il proprio conto corrente perché potrebbero trovare l'accredito di un rimborso loro spettante oppure sono state inviate loro altre comunicazioni che riguardavano l’Irpef dovuta per redditi a tassazione separata, da contribuenti che non avevano ricevuto le relative comunicazioni, e quelle relative al pagamento dell’imposta di registro per locazioni relativa agli anni successivi al primo.

Come accedere al servizio

Per ricevere gli sms del Fisco la procedura è molto semplice:

- agli utenti di Fisconline è sufficiente entrare nell’area riservata, leggere l’informativa e aggiungere il proprio numero di cellulare;
- chi non è ancora abilitato ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, deve come prima cosa munirsi di pin e password collegandosi al sito delle Entrate.

Si tratta di una procedura semplice e veloce:

la registrazione ai servizi telematici avviene indicando il modello di dichiarazione utilizzato nel 2014 (730, Unico Pf, nessuno) e il reddito complessivo. Il sistema fornisce all’istante le prime quattro cifre del pin, mentre le ultime sei, per sicurezza, arriveranno per posta, insieme alla password, entro 15 giorni. La registrazione e l’abilitazione è possibile anche attraverso una Carta nazionale dei Servizi (Cns) attiva.
Ricevute le credenziali, sarà sufficiente entrare nell'area autenticata e inserire il numero di cellulare e validarlo attraverso un codice “usa e getta”, che sarà inviato tramite sms. Si ricorda che il mittente dei messaggi è “Ag.Entrate”.

Alert anche per altre comunicazioni

Visto il successo dello strumento di comunicazione - finora utilizzato per avvisare in caso di versamenti e rimborsi – l'Agenzia ne ha ampliato l'utilizzo, adottando lo stesso metodo per aiutare i contribuenti a non dimenticare gli appuntamenti fiscali, ricordando così anche scadenze e pagamenti.

Dunque, come si legge nel comunicato stampa del 9 dicembre 2016, con lo stesso sistema dello short message adottato per i messaggi su cellulare, contraddistinti da un linguaggio sintetico, istantaneo e contemporaneamente chiaro e non equivocabile, l'Agenzia ora informa anche di prossimi appuntamenti con il Fisco (per esempio, scadenze del mese di dicembre) oppure avverte il cittadino, che ha incaricato un Caf o un intermediario di effettuare, per proprio conto, i versamenti con F24, che il pagamento è stato correttamente ricevuto e registrato.

Riguardo ai futuri appuntamenti in scadenza, i prossimi sms che i cittadini riceveranno saranno quelli sull’imposta di registro annuale da pagare entro il mese. Le persone fisiche che hanno stipulato un contratto pluriennale e scelto di pagare il tributo, anziché in un’unica soluzione, anno per anno, riceveranno un messaggio di questo tipo “L'imposta di registro annuale sul suo contratto di locazione scade a dicembre. Le ricordiamo che ha 30 giorni dall'inizio della nuova annualità per il pagamento”, come promemoria.

Links Anche in
  • eDotto.com – Edicola 31 ottobre 2016 - Compliance fiscale con Sms – Moscioni