Gratuito patrocinio indagati, imputati e ricercati. Attuate norme Ue

Gratuito patrocinio indagati, imputati e ricercati. Attuate norme Ue

E' stato approvato in via definitiva, dal Consiglio dei ministri, un decreto legislativo che attua le disposizioni della direttiva (UE) 2016/1919, in tema di ammissione al patrocinio a spese dello Stato per indagati e imputati, nell’ambito di procedimenti penali, e per le persone ricercate, nell’ambito di procedimenti di esecuzione del mandato d’arresto europeo.

Il testo aveva già ottenuto il parere favorevole dalle competenti Commissioni parlamentari.

Il provvedimento – si legge nel comunicato stampa di fine seduta del 27 febbraio 2019 – è finalizzato a garantire l’effettività del diritto di avvalersi di un difensore “assicurando che le spese per l’assistenza legale, in casi specifici, siano poste a carico dello Stato”.

L'intervento mira a tutelare:

  • il diritto di informare un terzo al momento della privazione della libertà personale;

  • il diritto delle persone private della libertà di comunicare con terzi e con le autorità consolari;

  • le garanzie procedurali per i minori indagati o imputati nei procedimenti penali, che vengono ulteriormente rafforzate.

Patrocinio anche per chi non era inizialmente indagato o imputato

Le disposizioni contenute nel Decreto – viene infine precisato – si applicano anche alle persone che non erano inizialmente indagate o imputate, ma che ne assumono la qualità nel corso di un interrogatorio da parte della polizia o di altre autorità.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Punto & Lex 24 dicembre 2018 - Gratuito patrocinio in linea con le norme Ue - Pergolari
DirittoDiritto InternazionaleDisposizioni comunitarieDiritto PenaleProcessuale penaleFunzioni giudiziarie