12 ottobre 2012

Il primo contratto a termine non rientra nei limiti di contingentamento

Nel mese di agosto 2012 Alfa S.r.l. assume, per la durata di dodici mesi, molteplici dipendenti con contratto a tempo determinato acausale, così come disciplinato dall’art. 1, comma 1 bis, del D.lgs. n. 368/2001, introdotto dalla recente L. n. 92/2012 (c.d. riforma Fornero). Per ogni neo assunto si tratta del primo rapporto a termine concluso con Alfa S.r.l.. Nel mese di settembre 2012 gli ispettori della DTL sottopongono a verifica Alfa S.r.l. alla quale viene contestato che i primi contratti a termine stipulati nel mese di agosto 2012 superano i limiti di contingentamento previsti dal CCNL di categoria, rinnovato nell’anno 2008. Per l’effetto gli ispettori convertono tutti i primi contratti a termine in contratti a tempo indeterminato e diffidano Alfa S.r.l. ad effettuare nuove comunicazioni UNILAV recanti i dati scaturenti dalla conversione dei rapporti. È corretto l’operato degli ispettori?
Contenuto riservato! Accedi o registrati gratuitamente.