Incentivi all’esodo anche per i lavoratori dello spettacolo

Con circolare n. 90 dell’11 luglio 2014, l’INPS ha chiarito che sono applicabili ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo (gestione ex ENPALS) le istruzioni relative alle prestazioni a favore di lavoratori prossimi alla pensione al fine di incentivarne l’esodo, contenute nella circolare n. 119/2013 e nei messaggi n. 17768/2013, n. 20538/2013 e n. 1653/2014.

Requisiti del lavoratore

La circolare specifica che la disciplina di cui all’art 4 della Legge n. 92/2012, commi da 1 a 7-ter, trova applicazione per gli iscritti al Fondo lavoratori dello spettacolo di cui alla lettera c), comma 1, art. 2 del D.Lgs. n 182/1997, che raggiungano i requisiti minimi per il pensionamento, di vecchiaia o anticipato, nei quattro anni successivi alla cessazione dal rapporto di lavoro.

Tale disciplina trova applicazione per tutti gli iscritti alla gestione ex Enpals, sempreché prestino attività a tempo indeterminato.

Altri profili

La circolare si sofferma, altresì, su ulteriori profili amministrativi ed operativi e, in particolare, su:

- determinazione della competenza;

- determinazione della contribuzione figurativa correlata;

- codifica aziendale e modalità di composizione del flusso Uniemens;

- istruzioni per il conguaglio della tassa di ingresso della mobilità.

Allegati

PrevidenzaLavoro