Manovra 2019: Imu più leggera sui capannoni industriali

Pubblicato il



Manovra 2019: Imu più leggera sui capannoni industriali

Si lavora freneticamente nel cantiere della Manovra 2019: sono al voto gli emendamenti della maggioranza in Commissione Bilancio alla Camera per portare il testo all’Aula il prossimo mercoledì.

Il Governo è al lavoro per dare più impulso alle misure dedicate alle attività produttive: il vicepremier Di Maio afferma che sarà meno pesante il carico dell’Imu sui capannoni industriali, portando dal 20 al 30% la loro deducibilità.

Nel paniere delle novità si segnalano:

  • la proroga per la “formazione 4.0” per le imprese, prevista per il 2019 e 2020, con un limite massimo di spesa di 300 mila euro che si riduce a 200mila euro per le grandi aziende. Il credito d’imposta utilizzabile è pari al 60% per le microimprese, al 50% per le piccole imprese, al 40% per le medie imprese e al 30% per le “grandi” la proposta è in attesa del via libera della Ragioneria dello Stato per le coperture);
  • l’ampliamento del sisma bonus, ossia le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica sugli edifici in zone sismiche, fino al 2021;
  • il taglio alle tariffe Inail, per rendere più consistente l’aiuto alle imprese;
  • il prolungamento del bonus cultura per i giovani che compiranno 18 anni nel 2019.

Il Governo, inoltre, vorrebbe inserire nella manovra il taglio alle pensioni d’oro ed i ritocchi a “quota 100”.

Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 20 novembre 2018 - Legge di bilancio 2019. Nuova Imu - Moscioni