Metalmeccanica PMI Cifa-Confsal. Firmato un contratto innovativo

Pubblicato il



Metalmeccanica PMI Cifa-Confsal. Firmato un contratto innovativo

Firmato il nuovo CCNL Metalmeccanica PMI di Cifa e Confsal.

L’associazione datoriale Cifa e la confederazione sindacale Confsal, sulla base dell’Accordo Interconfederale del 28 ottobre scorso, hanno siglato un accordo estremamente innovativo.

Una delle principali novità riguarda la classificazione del personale per competenze, piuttosto che per mansioni.

Grazie a questo nuovo modello classificatorio, che favorisce i processi di selezione:

  • alle aziende è consentito un più puntuale inquadramento del lavoratore sulla base delle competenze possedute, permettendo al contempo di pianificare adeguati interventi formativi;

  • ai lavoratori è garantita una costante crescita professionale che, se opportunamente valorizzata, consentirà di raggiungere importanti obiettivi di carriera.

A ciò, si aggiunge l’altra novità rappresentata dal sistema di “certificazione contrattuale” delle competenze.

Si tratta di un sistema che, seppur in via sperimentale, è stato introdotto per riconoscere, validare e certificare le competenze ai fini contrattuali (ma solo per il riconoscimento dello “scatto di competenza” fatto dall’ente bilaterale Epar).

Lo “scatto di competenza” è un aumento retributivo periodico condizionato all’acquisizione delle competenze indicate nella classificazione: un meccanismo che le valorizza economicamente.

Pertanto, la certificazione contrattuale avviene a fronte di un percorso formativo fortemente innovativo.

Per favorire l’entrata in azienda di particolari categorie di lavoratori, inoltre, la formazione è presente anche negli istituti di primo ingresso e di reimpiego.

Proprio grazie a questo modello contrattuale inclusivo e rivoluzionario che, come commenta il presidente di Cifa, Andrea Cafà, “stimola gli investimenti sul capitale umano a vantaggio della competitività delle imprese”, la crescita dei lavoratori sarà garantita a chi produce e chi compete; ciò in quanto il lavoro sta cambiando e le imprese si trasformano solo adeguandosi a nuovi modelli organizzativi di business, quindi allineando i profili professionali alla nascita di nuove figure e al bisogno di competenze innovative.