Bonus trasporti, incremento delle risorse

Pubblicato il



Bonus trasporti, incremento delle risorse

Deve essere utilizzato l’indirizzo 'bonustrasporti.lavoro.gov.it' per inoltrare - con SPID con livello di sicurezza 2 o con CIE - la domanda di contributo relativa al bonus trasporti. Il portale è attivo dal 1° settembre 2022.

Dopo il rifinanziamento ricevuto dal Decreto Aiuti-bis (Dl n. 115/2022), lo strumento ottiene un incremento di altri 10 milioni di euro dal provvedimento approvato dal Governo il 16 settembre 2022 (Decreto Aiuti ter). Lo stanziamento totale, pertanto è, di 190 milioni di euro per il 2022.

Bonus trasporti pubblici, requisiti

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato, sul proprio sito istituzionale, il decreto interministeriale del 29 luglio 2022, n. 5, relativo al Bonus Trasporti”, previsto dal decreto legge 17 maggio 2022, n. 50, convertito, con modificazioni, in legge 15 luglio 2022, n. 91.

Nel provvedimento sono presenti le indicazioni in merito ai requisiti e alle modalità di presentazione delle domande.

Il beneficio in questione ha la finalità di:

  • sostenere il reddito e contrastare l'impoverimento delle famiglie derivante dalla crisi energetica in corso;
  • incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico locale (Tpl);
  • produrre ricadute positive anche dal punto di vista della sostenibilità sociale e ambientale.

Con il bonus si potranno acquistare abbonamenti annuali o mensili relativi ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale ovvero ai servizi di trasporto ferroviario nazionale, ad eccezione dei servizi di prima classe executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Destinatari

La misura sociale è rivolta agli studenti, lavoratori, pensionati e tutti gli utenti che utilizzano il trasporto pubblico locale, su gomma e su ferro, a condizione che nell'anno 2021 abbiano conseguito un reddito complessivo non superiore a 35 mila euro.

Potrà essere riconosciuto un bonus fino al 100% della spesa da sostenere, nel limite massimo di valore pari a 60 euro per beneficiario.

Ogni destinatario potrà utilizzare il bonus esclusivamente per un solo abbonamento da utilizzare nel mese di emissione e presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico.

Il periodo di validità della misura è limitato al mese solare di emissione anche nel caso di acquisto di un abbonamento annuale o mensile che parte dal mese successivo.

Ciascun soggetto potrà chiedere un "Bonus trasporti" al mese, entro e non oltre il 31 dicembre 2022 o fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Domande e utilizzo del bonus

Il portale dedicato alla presentazione delle domande è “www.bonustrasporti.lavoro.gov.it”. I beneficiari potranno accedervi previa autenticazione con SPID, CNS o CIE indicando:

  • l’importo del buono;
  • il gestore del servizio di trasporto pubblico.

Sarà cura del gestore verificare la validità del bonus e in caso di esito positivo rilascerà l’abbonamento richiesto registrando la fruizione del buono sul portale in questione.

Le erogazioni seguono l'ordine di arrivo delle domande.

il Ministero spiega che entro il mese di emissione il buono deve essere utilizzato; passato tale termine, esso viene automaticamente e definitivamente annullato.

Allegati