Pensione di vecchiaia, congelata la speranza di vita fino al 2021

Pubblicato il



Pensione di vecchiaia, congelata la speranza di vita fino al 2021

Non scatterà l’aumento del requisito anagrafico per accedere alla pensione di vecchiaia. Infatti, fino al 31 dicembre 2022, è possibile pensionarsi a 67 anni (requisito attuale), in quanto è stato congelato l’incremento della speranza di vita dal 1° gennaio 2021.

La conferma è giunta dal Decreto (MEF) del 5 novembre 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 267 del 14 novembre 2019.

Tutto invariato anche per quanto concerne la pensione anticipata. Per accedere a quest’ultima forma di pensionamento è necessario maturare, a prescindere dall’età anagrafica:

  • 42 anni e 10 mesi di contributi (uomini);
  • 41 e 10 mesi di contributi (donne).

Tali requisiti rimarranno fermi fino al 31 dicembre 2026, in base a quanto previsto dal D.L. n. 4/2019 (cd. “Decretone”), convertito con modificazioni in L. n. 26/2019.

Si ricorda, infine, che fino al 2021 è possibile accedere approfittare del pensionamento agevolato “quota 100”, che richiede almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi.

Allegati