Pratica forense presso l’Avvocatura INPS: al via le domande

Pubblicato il


Pratica forense presso l’Avvocatura INPS: al via le domande

L’INPS ha reso noto l’avvio, oggi, della nuova procedura per l’ammissione alla pratica forense presso l’Avvocatura dell’Istituto.

Dalle ore 12,00 del 12 aprile 2021 e fino alle 14,00 del 12 maggio 2021, potranno essere presentate le domande di ammissione.

I bandi territoriali di riferimento verranno pubblicati sul sito istituzionale INPS, oltre che esposti presso le Direzioni regionali, le Direzioni di Coordinamento Metropolitano ed i Consigli degli ordini degli avvocati territorialmente competenti.

I requisiti richiesti per poter svolgere la pratica forense presso l’Istituto previdenziale sono i seguenti:

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell'Unione Europea ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all'Ue in possesso dei requisiti previsti dall'art. 17, comma 2 della Legge n. 247/2012;
  • possesso dei requisiti richiesti per l’iscrizione nel registro dei praticanti Avvocati tenuto dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati presso il Tribunale nel territorio del cui circondario si trova l’Ufficio legale Inps indicato nella domanda di pratica;
  • se già iscritto nel registro speciale dei praticanti presso il Consiglio dell'Ordine, non avere una anzianità di iscrizione superiore a 2 mesi.

Tali requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda, domanda che, a pena di esclusione, dovrà pervenire esclusivamente in via telematica, mediante utilizzo:

  • di PIN Inps (per chi ne è già in possesso);
  • di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • di CNS (Carta Nazionale dei Servizi);
  • di CIE (Carta di identità elettronica 3.0).

A tal fine, gli interessati dovranno utilizzare apposito form messo a disposizione sul sito internet dell’Istituto.

Solo per le istanze relative al bando della regione Trentino Alto Adige, è prevista la modalità di invio tramite PEC o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento o la consegna a mano presso la sede della Direzione regionale.

Nel comunicato INPS del 9 aprile 2021 - con cui viene data notizia dell’avvio della nuova procedura - si precisa che la domanda di ammissione alla pratica forense dovrà essere presentata per uno soltanto degli Uffici Legali dell’Inps dei bandi.

Alle istanze dovrà essere allegato, a pena di irricevibilità, un curriculum vitae del candidato redatto nel formato europeo (in pdf).

Allegati