Previdenza complementare: le novità analizzate dalla COVIP

Pubblicato il


Previdenza complementare: le novità analizzate dalla COVIP

Con circolare n. 5027, del 26 ottobre 2017, la COVIP ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione delle modifiche apportate dalla Legge n. 124/2017 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza) al D.Lgs. n. 252/2005, inerente la disciplina delle forme pensionistiche complementari.

Infatti, l’art. 1, comma 38, della citata Legge n. 124/2017, ha modificato il D.Lgs. 252/2005, intervenendo sui seguenti profili:

  • possibile destinazione non integrale del trattamento di fine rapporto alle forme pensionistiche complementari;
  • ampliamento delle condizioni per fruire dell’anticipo della prestazione pensionistica;
  • modifica della disciplina dei riscatti per cause diverse.

Le novità riguardano solo coloro a cui si applica il D.Lgs. n. 252/2005; non interessano gli iscritti alla previdenza complementare, ancora soggetti alle norme del D.Lgs. n. 124/1993.

Contestualmente, per facilitare gli adeguamenti da parte dei fondi pensione, la circolare fornisce, nelle more della revisione delle Deliberazioni COVIP, indicazioni operative riguardo alle modifiche da apportare agli Statuti ed ai Regolamenti, nonché alle Note informative e alle Comunicazioni periodiche.

Al riguardo, è stato precisato che le modifiche statutarie conseguenti alla sopravvenienza delle disposizioni recate dalla Legge in questione potranno essere approvate dal consiglio di amministrazione dei fondi pensione negoziali e preesistenti, salvo che per l’innalzamento dell’anticipo pensionistico oltre il periodo normativamente indicato per il quale rimane ferma la competenza dell’organo assembleare.

Le suddette modifiche dovranno essere comunicate alla COVIP.

Allegati Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 28 agosto 207 – Riforma della previdenza complementare nella legge sulla concorrenza - Schiavone