Privacy, sanzioni ridotte per le contestazioni pendenti

Pubblicato il


Privacy, sanzioni ridotte per le contestazioni pendenti

Con comunicato stampa dell’11 dicembre 2018 il Garante per la protezione dei dati personali ha ricordato che il 18 dicembre scadrà la possibilità di oblare le sanzioni in materia di privacy mediante il pagamento in misura ridotta di una somma pari ai due quinti del minimo edittale stabilito per la sanzione.

Ricorda il Garante che potranno usufruire di questa speciale procedura solo coloro che abbiamo ricevuto entro il 25 maggio 2018 l’atto con il quale è stato avviato il procedimento sanzionatorio.

A tal proposito è stato ricordato che sono state messe a punto una serie di indicazioni operative per chiarire a soggetti pubblici e privati come usufruire della definizione agevolata dei procedimenti sanzionatori pendenti - prevista dal D.Lgs. n. 101/2018 che ha adeguato la normativa italiana alle disposizione del Regolamento europeo 2016/679 in materia di privacy - e le relative FAQ sono state rese disponibili sul sito dell’Autorità.

In particolare, nelle Faq si specificano anche le modalità per il pagamento delle sanzioni, l’importo da pagare per ciascuna violazione commessa e i casi di esclusione dalle agevolazioni.

Allegati Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 2 ottobre 2018 – Definizione agevolata procedimenti sanzionatori pendenti. Istruzioni Garante privacy – Moscioni