Spese legali agli assolti, guida per presentare domanda

Pubblicato il



Spese legali agli assolti, guida per presentare domanda

Istanza imputati assolti: pubblicato il manuale utente messo a punto dal ministero della Giustizia con le istruzioni per accedere all'apposito applicativo online ed inoltrare domanda di rimborso.

Per le sentenze di assoluzione diventate irrevocabili nel corso dell’anno 2021, gli interessati potranno presentare domanda fino al 30 giugno 2022 .

Dopo aver creato e inviato l’istanza, l’utente avrà possibilità di monitorare, attraverso il sistema, tutte le varie fasi dell'iter, dalla presa in carico da parte dell’amministrazione all'eventuale rifiuto, fino all'effettivo pagamento.

Rimborso spese legali in caso di assoluzione: come fare domanda

E' la Legge di bilancio 2021 (n. 178/2020)  - si rammenta - ad aver istituito un apposito Fondo destinato al rimborso delle spese legali agli imputati assolti con sentenza divenuta irrevocabile a partire dal 1° gennaio 2021.

Ed è con decreto del ministro della Giustizia, di concerto col ministro dell'Economia e delle Finanze, del 20 dicembre 2021 che sono sono stati definiti i criteri e le modalità dell'erogazione del rimborso.

Al predetto rimborso - riconosciuto nel limite massimo di 10.500 euro, ripartito in tre quote annuali, a partire dall’anno successivo a quello in cui la sentenza è divenuta irrevocabile - possono accedere i destinatari di una sentenza di assoluzione definitiva pronunciata con le seguenti formule:

  • perché il fatto non sussiste”,
  • perché non ha commesso il fatto”,
  • perché il fatto non costituisce reato o non è previsto dalla legge come reato”, escluso il caso in cui quest’ultima pronuncia sia intervenuta a seguito della depenalizzazione dei fatti oggetto dell’imputazione.

Non possono accedervi, invece, coloro che:

  • pur essendo stati assolti per alcuni capi di imputazione, siano stati però condannati per altri;
  • per i quali sia stata emessa sentenza di estinzione del reato per prescrizione o amnistia;
  • abbiano beneficiato nel medesimo procedimento del patrocinio a spese dello Stato;
  • abbiano ottenuto la condanna del querelante alla rifusione delle spese di lite;
  • abbiano diritto al rimborso delle spese legali dall'ente da cui dipendono.

L'istanza di accesso al Fondo potrà essere presentata dal richiedente solo via telematica, tramite il servizio "Istanza imputato assolto", accessibile dal sito del ministero della Giustizia mediante le credenziali SPID di livello due.

Istanze di rimborso: termini per la presentazione

Da segnalare che con riguardo alle sentenze divenute irrevocabili nel corso dell’anno 2022 e degli anni a seguire, la domanda potrà essere presentata tra il 1° gennaio ed il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui la sentenza di assoluzione sia diventata irrevocabile.

Con riferimento, invece, alle sole sentenze diventate irrevocabili nel corso dell’anno 2021, le domande potranno essere presentate dal 1° marzo al 30 giugno 2022.

Per l'accesso al servizio, l’utente dovrà essere in possesso di Identità Digitale Persona Fisica (SPID) ed effettuare l'autentificazione, autorizzando l’invio dei propri dati.

Allegati