Tax credit Cinema. Date apertura sessione 2021

Pubblicato il


Tax credit Cinema. Date apertura sessione 2021

Con decreto direttoriale 18 maggio 2021 della Direzione generale Cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura sono fornite indicazioni in merito alla presentazione delle richieste di credito d’imposta per la sessione 2021, in relazione al decreto 2 aprile 2021 “altri tax credit”, settore Cinematografico.

Settori agevolati

L’apertura delle sessioni riguarda le richieste di crediti d’imposta per:

  • la distribuzione nazionale di opere che non hanno usufruito della deroga all’obbligo di diffusione al pubblico in sala cinematografica, la distribuzione nazionale di opere che hanno usufruito della detta deroga, la distribuzione internazionale;
  • gli investimenti per le sale cinematografiche relativi alla realizzazione di nuove sale o al ripristino di sale chiuse o dismesse, o per la ristrutturazione di sale esistenti tramite aumento del numero di schermi, gli investimenti per le sale cinematografiche relativi all’adeguamento strutturale e al rinnovo degli impianti;
  • il potenziamento dell’offerta cinematografica per la programmazione realizzata nel 2020.

Vanno altresì aggiunte le richieste preventive per gli investitori esterni relative a contratti stipulati e registrati in data compresa tra il 1° luglio 2018 e il 31 dicembre 2020.

Tax credit Cinema. Il calendario

E’ stato fissato il seguente calendario - anno 2021 - per la presentazione delle richieste:

  • 24 maggio, per la distribuzione nazionale (sia per le opere che hanno avuto la deroga all’uscita in sala che per quelle senza deroga) e internazionale;
  • 25 maggio, per le richieste preventive degli investitori esterni relative a contratti stipulati e registrati tra il 1° luglio 2018 e il 31 dicembre 2020;
  • 26 maggio, per gli investimenti nelle sale cinematografiche, finalizzati alla realizzazione di nuove sale o al ripristino di sale chiuse o dismesse, o ancora, alla ristrutturazione di quelle esistenti attraverso l’aumento del numero degli schermi, all’adeguamento strutturale e al rinnovo degli impianti
  • 31 maggio, per il potenziamento dell’offerta cinematografica relative alla programmazione effettuata nel 2020.

Il decreto avvisa che nel momento in cui le richieste di credito pervenute saranno pari alle risorse disponibili per ogni linea di intervento, la Direzione Generale disattiverà il sistema di presentazione delle richieste, dandone avviso sul proprio sito istituzionale.

Un prossimo avviso darà indicazioni circa la data di apertura della sessione relativa al credito d’imposta per l’attrazione in Italia di investimenti cinematografici e audiovisivi.

Allegati