Trasferimento d’ufficio? Non è mobbing

La Cassazione, con la sentenza n. 18580 del 4 settembre 2007, nel respingere il ricorso di un biologo chiarisce che non è da considerare mobbing il trasferimento d’ufficio di un lavoratore ad un nuovo reparto con assegnazione di altre funzioni. Salvo il caso in cui il dipendente non riesca a provare che la nuova attività abbia comportato una dequalificazione professionale dovuta ad un atteggiamento persecutorio del datore di lavoro.

Allegati

Anche in

  • ItaliaOggi, p. 35 - Non è mobbing cambiare reparto
ContenziosoLavoroLavoro subordinato