Zona franca urbana sisma Centro Italia, istruzioni contributive

Zona franca urbana sisma Centro Italia, istruzioni contributive

L’articolo 46, comma 2, lett. d), del D.L. n. 50/2017 ha previsto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a seguito dell’istituzione della zona franca urbana per i Comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a far data dal 24 agosto 2016.

Con circolare n. 112 del 21 novembre 2018, l’INPS, al fine di semplificare lo svolgimento degli adempimenti contributivi ad opera dei soggetti ammessi alle agevolazioni previste per la zona franca urbana, ha fornito alcuni chiarimenti.

I destinatari dei provvedimenti di riconoscimento delle agevolazioni da parte del MISE possono utilizzare il credito verso l’erario per il pagamento dei contributi dovuti, compresi i contributi sospesi per effetto degli eventi sismici verificatisi, la cui ripresa dei pagamenti è stata prorogata alla data del 31 gennaio 2019.

Tuttavia, specifica la circolare, il Legislatore ha espressamente disposto il divieto di procedere al rimborso dei contributi già versati per cui, nel caso in cui i soggetti beneficiari delle agevolazioni in questione abbiano già adempiuto agli obblighi di natura previdenziale in scadenza nell’anno 2017 e nell’anno 2018, possono utilizzare il credito verso l’erario riconosciuto dal MISE anche mediante la riduzione dei versamenti dei contributi obbligatori che dovranno essere effettuati all’Istituto nel corso del 2019.

Ricorda, infine, l’INPS che l’importo dell’agevolazione riconosciuta è parametrato all’ammontare della contribuzione dovuta per l’anno 2017 e per l’anno 2018 ed è soggetto all’osservanza dei massimali de minimis previsti dai Regolamenti UE n. 1407/2013 e n. 1408/2013.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 25 ottobre 2018 – ZFU Sisma Centro Italia. Ulteriori beneficiari ammessi – G. Lupoi
LavoroPrevidenza
festival del lavoro