redattore profile

Maila Sirci

Mail Sirci, avvocato e mediatore, si è laureata in Giurisprudenza preso l'Università degli Studi di Perugia.

Da diversi anni è redattrice presso la testata giornalistica Edotto per la quale si occupa principalmente di elaborare articoli e schede di sintesi concernenti i contratti collettivi nazionali di lavoro.

Tutta la Redazione Edotto vanta una specializzazione comprovata nell'ambito dell’informazione tecnico-normativa per Professionisti, Associazioni ed Aziende. Informa, ogni giorno, gli oltre 53000 utenti attraverso le 20 linee editoriali con aggiornamento quotidiano, settimanale, quindicinale e mensile.

Pubblica - sul portale www.edotto.com - articoli, approfondimenti e prontuari.


Ccnl Studi professionali. Rinnovo

Confprofessioni Filcams Cgil Fisascat Cisl Uiltucs hanno rinnovato il Ccnl per i dipendenti degli studi e delle attività professionali, con validità triennale. Aumenti da marzo una tantum e modifiche alla disciplina dei diversi istituti contrattuali


CCNl Studi professionali - Ipotesi di accordo del 16/2/2024

Confprofessioni e Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs hanno rinnovato, con ipotesi di accordo 16 febbraio 2024, il Ccnl per i dipendenti degli studi e delle attività professionali, con validità triennale.


Ccnl Vigilanza privata. Aumenti retributivi

Sottoscritto l'accordo in risposta alle esigenze salariali dei lavoratori del settore vigilanza privata e servizi di sicurezza. Stabiliti aumenti salariali e quattordicesima a decorrere da gennaio. Previsto lo scioglimento della riserva entro marzo


CCNL Vigilanza privata - Ipotesi di accordo del 16/2/2024

Il 16 febbraio 2024 è stato sottoscritto l'ipotesi di accordo per l'adeguamento salariale dei dipendenti della vigilanza privata e dei servizi di sicurezza


Edilizia. Indici di congruità

Le parti sociali nazionali di tutti i settori dell'edilizia, industria piccola industria artigianato cooperative, hanno definito le percentuali di incidenza della manodopera per alcune categorie specialistiche ad integrazione dell'accordo giugno 2022