Archivio rapporti finanziari, dal 2016 tracciato unificato per dati mensili e annuali

Pubblicato il


Sono state modificate e integrate le disposizioni che regolano l’invio delle informazioni e dei dati contabili all’Anagrafe tributaria.

Finora, attraverso il servizio Entratel o Fisconline, gli intermediari comunicavano mensilmente i dati anagrafici dei loro clienti con cui avevano instaurato nuovi rapporti all’Archivio dei rapporti (apposita sezione dell’Anagrafe tributaria istituita dal DL n. 223/2006), evidenziando solo l’esistenza e la natura dei rapporti da essi intrattenuti, senza essere obbligati ad indicare il numero del rapporto. Gli stessi intermediari finanziari, con cadenza annuale, comunicavano all’Anagrafe tributaria i dati di tutte le operazioni “fuori conto” o allo sportello a prescindere dall’importo, mentre dal periodo d’imposta 2011 hanno ricevuto anche l’obbligo di comunicare annualmente i dati relativi ai saldi iniziali e finali del rapporto oltre che i dati relativi ai totali delle movimentazioni distinte tra dare e avere per ogni tipologia di rapporto.

Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 10 febbraio 2015 vengono modificati e integrati i precedenti provvedimenti del 25 marzo 2013 e del 20 dicembre 2010 e viene introdotto un nuovo tracciato unificato per le informazioni mensili e annuali, che gli intermediari finanziari dovranno utilizzare a partire dal prossimo anno.

Tracciato unificato

A partire dal 1° gennaio 2016 verrà abolito il doppio binario oggi esistente per l'invio delle comunicazioni mensili e annuali all'Anagrafe tributaria: entrambe queste comunicazioni dovranno essere effettuate via Sid in base al tracciato e alle specifiche tecniche varate con il nuovo provvedimento agenziale.

Il canale Sid verrà utilizzato anche per le segnalazioni mensili, che dovranno contenere anche il numero del rapporto oltre alle informazioni del tipo e natura dei soggetti collegati. Tale canale diverrà l’unico ammissibile in quanto in grado di garantire gli alti standard di sicurezza per la comunicazione approvati dal Garante della privacy.

Nuove scadenze per i dati del 2013 e 2014

I dati relativi al 2013 non sono stati ancora trasmessi a seguito di una comunicazione dell’Agenzia delle Entrate del 4 aprile 2014, che ne ha sospeso l’invio.

Il nuovo provvedimento ha, dunque, provveduto a fissare anche il calendario con i termini per gli invii dei saldi annuali e delle movimentazioni dei rapporti finanziari relativi agli anni 2013 e 2014.

È disposto che i saldi e le movimentazioni relative al 2013 dovranno essere comunicate dagli intermediari entro il 28 febbraio 2015, mentre quelle relative al 2014 entro il 29 maggio 2015. A partire dal 2015, la scadenza della trasmissione annuale andrà a regime al 15 febbraio dell’anno successivo a quello cui si riferiscono i dati.

Per quanto riguarda i termini di aggiornamento delle informazioni mensili sono, invece, stati confermati quelli già in vigore.
Allegati Links Anche in
  • Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, p. 37 - Il Fisco riapre l’Anagrafe dei conti - Acierno
  • ItaliaOggi, p. 29 - Archivio rapporti scadenzato - Stroppa