Artigiani e commercianti, in arrivo gli avvisi bonari di febbraio 2019

Artigiani e commercianti, in arrivo gli avvisi bonari di febbraio 2019

Sono in fase di elaborazione gli avvisi bonari, relativi alla quarta e ultima rata in scadenza a febbraio 2019, per gli iscritti alle gestioni INPS “artigiani ed esercenti attività commerciali”. Tali avvisi, in particolare, saranno poi messi a disposizione del contribuente all’interno del “Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti”, il quale è accessibile nel servizio “Posizione Assicurativa”, alla voce “Avvisi Bonari”. Oltre al suddetto avviso, verrà predisposta anche la relativa comunicazione online, visualizzabile sempre all’interno del “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti”, nella sezione “Avvisi Bonari generalizzati”.

Qualora l'iscritto avesse già effettuato il pagamento, potrà comunicarlo utilizzando l’apposito servizio presente al seguente indirizzo: “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Sezione Comunicazione bidirezionale” > “Comunicazioni” > “Invio quietanza di versamento”. In caso di mancato pagamento, invece, l’importo dovuto verrà richiesto tramite avviso di addebito con valore di titolo esecutivo.

La notizia è stata veicolata dall’INPS, con il messaggio n. 1613 del 19 aprile 2019.

Avvisi bonari artigiani e commercianti, cos’è?

All’interno del proprio sistema di recupero crediti l’INPS, prima di procedere all’iscrizione a ruolo e alla conseguente riscossione coattiva a mezzo di cartella esattoriale, promuove una politica definita degli “avvisi bonari". Si tratta di comunicazioni finalizzate a consentire il tempestivo accertamento delle omissioni contributive e la regolarizzazione da parte del contribuente.

Nel dettaglio, mediante l’avviso si segnalano i contributi dovuti e non pagati alla scadenza (o versati in ritardo) relativamente all’anno in corso, a quello precedente o ad anni pregressi (nei limiti della prescrizione), accertati d’ufficio o tramite l'attività di vigilanza.

Avvisi bonari artigiani e commercianti, come viene comunicato?

Quanto alla comunicazione avente per oggetto il recupero della contribuzione dovuta sul minimale di reddito e/o sanzioni, è bene ricordare che l’avviso bonario non viene più inviato a mezzo posta, ma verrà messo a disposizione del contribuente sul proprio “Cassetto previdenziale”. In particolare, gli avvisi bonari potranno essere visualizzati all’interno del “Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti” al seguente indirizzo: “Posizione Assicurativa” > “Avvisi Bonari”.

Contestualmente sarà inviata una e-mail di alert ai titolari della posizione contributiva e ai loro intermediari, che abbiano fornito tramite il cassetto il loro indirizzo di posta elettronica.

Avvisi bonari artigiani e commercianti, contributo anno 2018

Gli importi contributivi contenuti nell’avviso bonario, tengono conto delle aliquote relative all’anno 2018 (Circolare INPS n. 27/2018).

A tal proposito, si ricorda che - per l’anno 2018 - l’aliquota contributiva ha raggiunto le seguenti percentuali massime del:

  • 24% per gli artigiani;
  • 24,09% per i commercianti.

Percentuali, queste, che si dimezzano qualora si riferiscano a soggetti con un’età anagrafica superiore a 65 anni, già pensionati presso la gestione artigiani e commercianti dell’INPS.

Alla luce delle suddette aliquote contributive, il contributo minimale dovuto, per l’anno 2018, ammonta a:

  • 3.777,84 euro (artigiani);
  • ovvero 3.791,98 euro (commercianti).

Infine, si rammenta che i redditi eccedenti l’imponibile minimale di 15.710 euro, devono essere versati entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche; si segue, in altri termini, il meccanismo degli acconti e saldo dell’Irpef.

 

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 25 gennaio 2019 - Artigiani e commercianti, vicini al recapito gli avvisi bonari di maggio 2018 – Bonaddio
ImpreseFinanziamenti e Agevolazioni