Assemblee societarie in videoconferenza: proroga al 31 dicembre 2021

Pubblicato il



Assemblee societarie in videoconferenza: proroga al 31 dicembre 2021

Prorogato, al 31 dicembre 2021, il regime emergenziale Covid in materia di svolgimento delle assemblee di società ed enti.

Il nuovo Decreto legge n. 105/2021 - recante “Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche” - ha disposto la proroga, al 31 dicembre 2021, di diversi termini correlati con lo stato di emergenza da Coronavirus, compreso quello previsto dall’art. 106, comma 7, del DL n. 18/2020, relativo alle “Norme in materia di svolgimento delle assemblee di società ed enti".

Le disposizioni sulle assemblee societarie tramite vidoeconferenza, quindi, continueranno ad applicarsi alle assemblee tenute entro il termine del 31 dicembre 2021, sostitutivo del previgente termine del 31 luglio 2021.

Società ed enti: voto elettronico e assemblee a distanza

Si tratta delle norme che consentono alle società per azioni, in accomandita per azioni, alle Srl, alle cooperative e alle mutue assicuratrici nonché, per espressa estensione, alle associazioni e alle fondazioni, di prevedere, con l'avviso di convocazione delle assemblee ordinarie o straordinarie, l'espressione del voto in via elettronica o per corrispondenza e l'intervento all'assemblea mediante mezzi di telecomunicazione. Questo, anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie.

Tra le altre previsioni, si ricordano:

  • la possibilità, per le predette società di prevedere che l'assemblea si svolga, anche esclusivamente, mediante mezzi di telecomunicazione (cosiddette "videoconferenze integrali") che garantiscano l'identificazione dei partecipanti, la loro partecipazione e l'esercizio del diritto di voto, senza in ogni caso la necessità che si trovino nel medesimo luogo, ove previsti, il presidente, il segretario o il notaio;
  • la possibilità, per le Srl, che l'espressione del voto avvenga mediante consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto;
  • la possibilità, per le società con azioni quotate di nomina di un rappresentante “designato per le assemblee ordinarie o straordinarie, con facoltà anche di prevedere, nell'avviso di convocazione, che l'intervento in assemblea si svolga esclusivamente tramite il medesimo rappresentante.

Il Decreto legge n. 105/2021 (cosiddetto decreto green pass) - si rammenta - è stato pubblicato il 23 luglio scorso in Gazzetta Ufficiale per entrare subito in vigore.

Allegati