Certificati di circolazione EUR 1, EUR MED, A.TR. Richiesta digitalizzata

Pubblicato il


Certificati di circolazione EUR 1, EUR MED, A.TR. Richiesta digitalizzata

A modifica della precedente circolare n. 42/2020, le Dogane informano che l’utilizzo della procedura di digitalizzazione del processo relativo ai certificati EUR1, EURMED e A.TR diviene obbligatoria, dal 19 gennaio 2021, solo per la fase della richiesta.

Lo si apprende dalla circolare n. 2 del 2021 (15 gennaio) in merito alla procedura di digitalizzazione dei detti certificati disponibile, in via sperimentale, dallo scorso 10 novembre.

Tale sperimentazione ha però evidenziato che l’utilizzo, da parte degli operatori economici, di una pluralità di modelli cartacei tra di loro diversi e, spesso, non conformi a quelli ufficiali che risultano allegati ai singoli Accordi in materia di origine delle merci, ha comportato difficoltà in sede di riconoscimento dei certificati in questione.

Ne risulta, quindi, una non corretta applicazione della procedura per la digitalizzazione che porta ad un disallineamento dei dati nella fase di stampa dei certificati EUR1, EURMED e A.TR.

Certificati EUR1, EURMED e A.TR: digitalizzazione obbligatoria solo per fase della richiesta

Ciò implica che occorre modificare quanto contenuto nella precedente circolare n. 42/2020 nel senso che la procedura per la digitalizzazione del processo relativo ai certificati EUR1, EURMED e A.TR deve intendersi obbligatoria, dal 19 gennaio 2021, limitatamente alla fase della richiesta.

In seguito, saranno fornite le istruzioni operative per la gestione della stampa del certificato, con la conseguenza che si potranno smaltire le eventuali scorte di modulistica nella disponibilità degli operatori economici.

Inoltre, dato il permanere della pandemia da Covid, fino al 30 aprile 2021 viene mantenuta la modalità di previdimazione dei certificati EUR1, EURMED e A.TR.

Allegati