Commercialisti in sciopero con i giudici tributari

Pubblicato il



Commercialisti in sciopero con i giudici tributari

Le Associazioni nazionali dei commercialisti (Adc, Aidc, Anc, Fiddoc, Unagraco, Sic, Ungdcec e Unico) – con comunicato congiunto del 5 settembre 2022 - hanno proclamato l’astensione collettiva nazionale dal 18 al 23 settembre 2022, in concomitanza con lo sciopero promosso dall’Associazione Nazionale Magistrati Tributari.

Riforma tributaria. La protesta dei commercialisti

Le associazioni dei professionisti aderiscono allo sciopero dei magistrati del settore tributario in quanto vi ravvisano dei punti in comune a cui si aggiunge il fatto che sono state più volte rappresentate delle richieste al legislatore, sempre disattese.

Sarebbe assente, nella riforma, la garanzia di imparzialità dell’organo giudicante e del soggetto deputato a dirimere preliminarmente le controversie.

Infatti, si nota la dipendenza della magistratura tributaria dal ministero dell’Economia e delle Finanze, con l’allocazione organica delle Corti di Giustizia Tributaria all’interno del MEF: è, così, venuto meno il passaggio alla giurisdizione della presidenza del Consiglio dei ministri, richiesta proprio per garantire indipendenza e terzietà degli uffici. Tale punto è alla base anche dell’astensione dei magistrati stessi.

Inoltre, persiste la continuità dell’assegnazione della mediazione tributaria all’Ente Impositore (Agenzia delle Entrate), al posto di un soggetto terzo: ciò contrasta una equilibrata conduzione e positiva conclusione del procedimento deflativo.

Commercialisti: sciopero dal 18 al 23 settembre

Alla luce di quanto sopra indicato, viene annunciata l’astensione della rappresentanza in seno alle Commissioni tributarie dalle ore 24:00 del giorno 18 settembre 2022 alle ore 24:00 del giorno 23 settembre 2022.

In ogni caso, verranno garantite le prestazioni indispensabili come previsto dal codice di autoregolamentazione vigente.

Le Associazioni si dicono comunque disponibili al confronto con il Legislatore e con il futuro Governo, al fine di fornire ulteriori precisazioni e reperire margini di discussione entro i quali sia possibile individuare un terreno di intesa.

Altresì, trasmetteranno a tutti gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili un documento contenente una comunicazione da inviare preventivamente alla propria clientela almeno dieci giorni prima dell’astensione.

Allegati