Compilazione Intrastat per operazioni con Regno Unito. Istruzioni

Pubblicato il


Compilazione Intrastat per operazioni con Regno Unito. Istruzioni

Nuove precisazioni in materia di compilazione degli elenchi Intrastat per operazioni con il Regno Unito ricevute entro il 2020 ma registrate dopo.

Ne parla l’Agenzia delle Dogane con due risposte presenti nell’area Intrastat del sito adm.gov.it.

E’ ormai noto che, per quanto riguarda operazioni svolte con il Regno Unito, fino al 31 dicembre 2020 hanno natura comunitaria; dal 2021, a causa della Brexit, il Regno Unito è da considerare Paese terzo.

Intrastat: operazioni di acquisto spedite nel 2020 ma arrivate nel 2021

Si chiede come esporre negli elenchi Intrastat le operazioni di acquisto di beni dal Regno Unito spediti alla controparte entro 31.12.2020 ma registrate in contabilità, ad esempio, il 10 gennaio 2021.

Per l’Adm l’operazione deve essere inserita negli elenchi Intra acquisti riferita al mese di dicembre 2020.

Infatti, gli acquisti di merce con provenienza Regno Unito entrata nella Ue prima del 1° gennaio 2021, vanno riepilogati negli elenchi riferiti a periodi dell'anno 2020.

Di fronte a tali operazioni, si fa presente che la tardiva presentazione degli elenchi Intra non è soggetta a sanzione.

Inoltre, non è dovuta la presentazione degli elenchi Intra per gli acquisti di beni da parte dei soggetti per i quali l'ammontare totale trimestrale sia inferiore a 200.000 euro, per ciascuno dei quattro trimestri precedenti.

Intrastat: operazioni di servizi ricevute nel 2020 ma registrate nel 2021

Anche in questo caso, viene precisato che l’operazione va inserita negli elenchi Intra del mese di dicembre 2020, omettendo di indicare la data di fattura.

La tardiva presentazione degli elenchi non è soggetta a sanzione.

La presentazione degli elenchi non è richiesta per i servizi ricevuti dai soggetti per i quali l'ammontare totale trimestrale sia inferiore a 100.000 euro, per ciascuno dei quattro trimestri precedenti.