24 febbraio 2012

Contratto di collaborazione con progetto generico: vige la presunzione di subordinazione senza ulteriori accertamenti

L’impresa Beta, avente come oggetto sociale il commercio e la promozione di capi di abbigliamento, assume Tizio con contratto di collaborazione a progetto di cui all’art. 61 del D.lgs. n. 276/2003. Il contratto viene redatto per iscritto. Il progetto consiste nello svolgimento di attività promozionale per la vendita del vestiario e della merce presente all’interno del negozio. Il progetto contiene anche l’indicazione delle mansioni che Tizio deve svolgere nel corso della propria prestazione di lavoro. L’accordo viene preventivamente comunicato al Servizio per l’Impiego. Poco tempo dopo l’impresa Beta viene sottoposta ad accertamento ispettivo da parte del personale della DTL. Nell’occasione dell’accesso gli ispettori trovano intento al lavoro Tizio il quale riferisce di essere stato assunto dall’impresa Beta con contratto di collaborazione a progetto. A fronte di ciò gli ispettori senza espletare ulteriori accertamenti e senza acquisire informazioni in merito alle effettive modalità di svolgimento del rapporto di Tizio, riscontrano che tale rapporto è stato preventivamente comunicato al Servizio per l’Impiego. Di seguito chiedono all’impresa Beta l’esibizione del contratto di collaborazione stipulato con Tizio. Nell’occasione gli ispettori contestano alla committente la genericità del progetto poiché coincidente con l’oggetto sociale dell’impresa e riqualificano il rapporto di Tizio come subordinato a tempo indeterminato. È corretto l’operato degli ispettori?
Contenuto riservato! Accedi o registrati gratuitamente.