IncentivO Lavoro. Anpal, istanze sospese ma valide

Pubblicato il


IncentivO Lavoro. Anpal, istanze sospese ma valide

Le istanze per IncentivO Lavoro non accolte dall’Inps non sono “da rifare”. Lo precisa Anpal con un comunicato stampa del 12 novembre 2020.

L'Istituto, con messaggio 4191/2020, comunicava la necessità di sospendere la verifica del requisito riguardante lo stato di privo di impiego, al fine di permettere all’ANPAL il consolidamento degli aggiornamenti procedurali per effettuare tale verifica. Pertanto, alcune istanze sono state contraddistinte da un esito provvisorio di “KO-Non accolta”.

“Tali istanze, indica il messaggio, potranno essere nuovamente inviate, secondo le indicazioni che verranno comunicate direttamente ai soggetti che le hanno inserite.

Si precisa, a tale proposito, che nell’elaborazione cumulativa delle istanze, che verrà effettuata non appena saranno terminate le attività di aggiornamento da parte dell’ANPAL, le suddette istanze verranno elaborate garantendo e assicurando i criteri previsti nella circolare n. 124/2020.”.

In merito, l’Anpal puntualizza che istanze non sono in alcun modo “da rifare”, ma sono solo temporaneamente sospese e saranno automaticamente riattivate (mantenendo l’ordine cronologico di invio) appena tutti i requisiti saranno verificati.

E sulla necessità degli aggiornamenti rivela: si sono resi necessari in quanto, in fase di definizione congiunta dei requisiti per la verifica dell’ammissibilità all’IncentivO Lavoro nonché nella Circolare INPS n. 124 del 26.10.2020, non sono stati dettagliati compiutamente i controlli necessari a garantire la corretta verifica del requisito di “lavoratori svantaggiati”.

Allegati