Paesi black list, rinvio delle comunicazioni con le nuove regole al 2015

Pubblicato il



I contribuenti che intrattengono scambi commerciali con paesi a fiscalità privilegiata possono continuare ad effettuare la trasmissione dei dati all’Agenzia delle Entrate in base alle scadenze previste dalla normativa antecedente il decreto sulle semplificazioni fiscali (Dlgs 175/2014).

Pertanto, per le operazioni effettuate a novembre e dicembre, o nell’ultimo trimestre 2014, è possibile procedere all’invio della comunicazione delle operazioni con controparte black list ancora con periodicità mensile o trimestrale, fino alla fine del 2014.

Al fine di semplificare il passaggio alle nuove regole e allo stesso tempo per consentire una certa uniformità di comportamento per tutte le operazioni con controparte avente sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata, l’Amministrazione finanziaria, dunque, proroga l’entrata in vigore della “comunicazione annuale” all’anno 2015.

Restano, comunque, valide le comunicazioni secondo le nuove disposizioni: pertanto, non vi sarà necessità di procedere all’ulteriore invio della nuova comunicazione annuale sul 2014.

La conferma arriva dalla stessa Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 19 dicembre 2014, nel quale è appunto specificato che per i contribuenti che continuano ad applicare le vecchie regole per tutto il 2014 viene “prorogato” al 2015 l’obbligo di comunicazione annuale, il cui termine avrà scadenza nel 2016.
Allegati Links