PIN INPS: nuovo termine di dismissione per professionisti e aziende

Pubblicato il



PIN INPS: nuovo termine di dismissione per professionisti e aziende

Anche i professionisti intermediari, le aziende, le associazioni di categoria, la pubblica Amministrazione potranno accedere ai servizi on line dell’INPS mediante PIN fino al 30 settembre 2021. Lo comunica l’Istituto con il messaggio n. 2926 del 25 agosto 2021, concedendo così ai “profili diversi da quello di cittadino” più tempo per dotarsi di una credenziale SPID di livello non inferiore a 2 o della CIE (con relativo PIN) o di una CNS.

Dismissione del PIN e periodo transitorio

L’INPS, in linea con quanto previsto dal legislatore (decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120, recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”, il c.d. decreto Semplificazioni 2020) con la circolare n. 87 del 17 luglio 2020 ha comunicato lo stop al rilascio di nuovi PIN dal 1° ottobre 2020 per favorire il passaggio ai nuovi strumenti di autenticazione come il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), la Carta di Identità Elettronica (CIE) e la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

E’ previsto però un periodo transitorio fino al 30 settembre 2021 durante il quale i PIN già rilasciati dall’Istituto alla data del 1° ottobre 2020 restano in vigore per essere poi definitivamente dismessi entro il prossimo 30 settembre.

L’INPS, con la circolare n. 95 del 2 luglio 2021, ha poi comunicato il piano di transizione dal PIN verso l’utilizzo di credenziali SPID, CIE e CNS fissando il cronoprogramma delle prossime dismissioni. In particolare, viene stabilito che:

  • l’accesso tramite PIN ai servizi online con profili diversi da quello di cittadino non è consentito a partire dal 1° settembre 2021. Quindi tutti coloro che operano in qualità di intermediario, azienda, associazione di categoria, pubblica Amministrazione, professionista esercente l’attività di medico o di avvocato, ecc., devono dotarsi di una credenziale SPID di livello non inferiore a 2 o della CIE (con relativo PIN) o di una CNS entro il mese di agosto 2021;
  • per il profilo di cittadino l’accesso ai servizi on line INPS mediante PIN resta invece consentito fino al 30 settembre 2021.

Proroga della dismissione del PIN per intermediari e aziende

A seguito delle richieste pervenute da parte delle categorie interessate summenzionate e a fronte delle esigenze organizzative dalle stesse rappresentate, l’INPS, con il messaggio n. 2926 del 25 agosto 2021, individua nel 30 settembre 2021 il termine di dismissione del PIN valido per tutti i profili.

Pertanto dal 1° ottobre 2021 l’accesso ai servizi online di rispettiva competenza potrà avvenire solo con SPID di livello non inferiore a 2 o CIE o  CNS.

I PIN già rilasciati dall’Istituto, rimasti in vigore nel periodo transitorio, saranno dismessi alla data del 30 settembre 2021, con la sola eccezione di quelli rilasciati a cittadini residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento italiano.

Allegati