Proroga norma transitoria Cassazionisti

Pubblicato il


Proroga norma transitoria Cassazionisti

Tra le varie novità contenute nel testo del disegno di legge di conversione del Decreto legge n. 210/2015, cosiddetto “Milleprorghe”, approvato dalla Camera nella seduta del 10 febbraio 2016, si segnala lo slittamento, al 2 febbraio 2017, della data entro la quale gli avvocati che maturino i requisiti secondo la previgente normativa potranno presentare direttamente domanda di iscrizione all'Albo speciale dei Cassazionisti, senza necessità di sostenere nessun corso o esame, per come previsto dal nuovo Regolamento.

Ed infatti, si prevede che alla norma transitoria di cui all'articolo 22, comma 4, della Legge n. 247/2012, i previsti “tre anni” dalla data di entrata in vigore di questa ultima normativa (2 febbraio 2013) diventino “quattro anni”.

Sull’approvazione del citato disegno di legge la Camera ha votato la questione di fiducia posta dal Governo. Il testo del ddl passerà ora all’esame del Senato.

Proroga termini in materia di Giustizia

Sezioni distaccate insulari

Sempre rimanendo nel settore di giustizia, il provvedimento contiene, altresì, la previsione della proroga al 31 dicembre 2018 del termine per la cessazione del temporaneo ripristino delle sezioni distaccate insulari di Ischia, Lipari e Portoferraio.

Specifiche tecniche

A seguire, viene prorogato sino al 31 dicembre 2016, il termine assegnato al responsabile per i sistemi informativi automatizzati del ministero della Giustizia per l'adozione delle specifiche tecniche riguardanti la pubblicazione sul portale delle vendite pubbliche, ai sensi dell'articolo 161-quater, primo comma, secondo periodo, delle disposizioni di attuazione del Codice di procedura civile.

Alla stessa data viene altresì prorogato il termine assegnato al responsabile per i sistemi informativi automatizzati del ministero della Giustizia per l'adozione delle specifiche tecniche di cui all'articolo 16-novies, comma 5, del Decreto-legge n. 179/2012, per la presentazione delle domande e la tenuta degli albi ed elenchi dei consulenti tecnici, dei periti  presso il tribunale, dei soggetti specializzati per la custodia e la vendita dei beni pignorati e dell'elenco dei professionisti disponibili a provvedere alle operazioni di vendita.

Differito, infine, dal 28 febbraio 2016 al 31 maggio 2018. il termine entro cui il dicastero della Giustizia potrà valutare la rispondenza delle richieste e degli impegni pervenuti in materia di ripristino degli Uffici del giudice di pace soppressi.

Allegati