Proroga elezioni dei COA nel DL semplificazioni, approvato dal Senato

Proroga elezioni dei COA nel DL semplificazioni, approvato dal Senato

Nel testo della legge di conversione del DL semplificazioni è stata inclusa l'interpretazione autentica della norma sui COA, con contestuale abrogazione del DL n. 2/2019.

Sì dal Senato al DDL di Conversione, testo passa alla Camera

Nella seduta del 29 gennaio 2019, l'Aula del Senato ha approvato il disegno di legge di conversione del DL n. 135/2018, cosiddetto “Decreto semplificazioni”.

Da segnalare che tra gli ultimi emendamenti approvati, è inclusa una modifica che, intervenendo sull'articolo 11 del testo, introduce l'interpretazione autentica della norma sui Consigli degli ordini circondariali degli avvocati.

Si tratta di un emendamento che ha lo stesso contenuto del recente Decreto-Legge n. 2/2019, con il quale sono state prorogate le elezioni per il rinnovo dei Consigli degli ordini circondariali degli avvocati scaduti il 31 dicembre 2018 - che dovranno, così, svolgersi entro il 31 luglio 2019 – ed è stata resa l'interpretazione autentica dell'articolo 3, comma 3, secondo periodo, della Legge n. 113/2017, sulla ineleggibilità dei componenti dopo due mandati, attraverso una lettura conforme alle conclusioni già rese, a dicembre, dalle Sezioni Unite civili di Cassazione.

Abrogato il DL n. 2/2019

Di conseguenza, è stato anche deciso di prevedere che all'articolo 1 del Disegno di legge di conversione, dopo il comma 1, sia inserito il comma 1-bis di espressa abrogazione del decreto-legge n. 2/2019, pur mantenendo validi “gli atti e i provvedimenti adottati” e “fatti salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge 11 gennaio 2019, n. 2”.

DL semplificazioni ed emendamenti approvati in sede di conversione

Con il DL n. 135/2018, recante “disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione”, sono state previste, si rammenta, anche misure di stretto interesse per il settore giustizia, tra le quali:

  • modifiche al codice di procedura civile in materia di esecuzione forzata, al fine di rendere più agevole per il debitore l'accesso all'istituto della conversione del pignoramento;

  • modifiche al Codice dei contratti pubblici, per quel che concerne i motivi di esclusione dalla partecipazione a una procedura d'appalto o di concessione, volte a renderne la formulazione più conforme alla direttiva europea sugli appalti;

  • ampliamento, in via transitoria (dal 1° gennaio 2019 e non oltre il 31 dicembre 2020) delle competenze del personale tecnico del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia (DAP) per fronteggiare il sovraffollamento delle strutture carcerarie e per consentire un'attuazione più celere del piano di edilizia penitenziaria.

Tra le modifiche introdotte in sede di conversione si segnala:

  • l'estensione ai professionisti che vantano crediti nei confronti della pubblica amministrazione l'accesso alla sezione speciale del fondo di garanzia;

  • l'emendamento che sancisce l'iniquità delle clausole che prevedono termini di pagamento per le piccole imprese superiori ai 60 giorni;

  • la modifica l'articolo 560 del codice di procedura civile, ai sensi della quale il debitore e il suo nucleo familiare conservano il bene pignorato fino al trasferimento dell'immobile.

Il testo del disegno di legge di conversione passa ora all'esame dell'altro ramo del Parlamento.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Punto & Lex 14 gennaio 2019 - Proroga per il rinnovo dei COA: DL in Gazzetta Ufficiale - Pergolari
  • eDotto.com – Punto & Lex 18 dicembre 2018 - DL semplificazioni: gli interventi su esecuzione forzata e pignoramento - Pergolari
ProfessionistiAvvocatiDirittoDiritto CivileProcedimento esecutivoProcedura civileDiritto AmministrativoFunzioni giudiziarie