Rating di legalità e modello 231. Focus di Cndcec-FNC

Pubblicato il


Rating di legalità e modello 231. Focus di Cndcec-FNC

Si sta assistendo ad una crescita dell’utilizzo di sistemi premiali da parte delle imprese: uno di questi è il rating di legalità al quale Cncdec e FNC hanno dedicato un documento avente data 14 gennaio 2021.

Dopo le modifiche apportate al regolamento disciplinante il rating di legalità il 20 ottobre 2020, il documento “Rating di Legalità e Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/2001: novità e spunti per la valorizzazione degli strumenti di corretta gestione aziendale” illustra, tra le altre cose, i benefici a cui possono andare incontro le società e gli enti che lo ottengono. Un particolare posto occupa anche la parte relativa alla interrelazione tra rating e responsabilità amministrativa degli enti (DLgs. n. 231/2001)

Infatti si è constatato come una interazione fra modello 231 e rating di legalità possa dare più valore a quest’ultimo, nell’ambito dell’adozione di strumenti di compliance e corretta gestione aziendale.

A seguito della richiesta di rating, l’impresa ottiene da una a tre “stellette” che rappresentano i gradi di operatività dell’azienda secondo i principi della legalità, della trasparenza e della responsabilità sociale. L’adozione di ulteriori protocolli a favore della legalità farà incrementare il punteggio con dei “+”.

Come detto, il modello di organizzazione, gestione e controllo ex DLgs. 231/2001 e il rating di legalità sono interventi che tendono a promuovere l’introduzione di principi etici nei comportamenti aziendali.

Infatti nel modificato regolamento attuativo del rating di legalità si è stabilito che si può acquistare un “+” quando si adotta una funzione o struttura organizzativa che esegua il controllo di conformità delle attività aziendali alle disposizioni normative applicabili all’impresa o di un modello organizzativo ai sensi del DLgs. n. 231/2001, anche per l’adozione di modelli organizzativi di prevenzione e di contrasto della corruzione.

Quindi la corretta adozione di modelli 231 e rating di legalità potrebbero andare di pari passo.

Il documento, infine, evidenzia il ruolo rilevante che svolgono i professionisti in materia economica nel consigliare gli enti sui più adatti modelli da adottare ai fini della valorizzazione dell’azienda.

Allegati