Rottamazione-ter, contribuenti con più di 10 rate. Sul web la richiesta degli altri bollettini

Pubblicato il



Rottamazione-ter, contribuenti con più di 10 rate. Sul web la richiesta degli altri bollettini

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione comunica di avere aggiunto nuove funzionalità nel relativo sito web per quanto riguarda la definizione agevolata.

I contribuenti che hanno un piano di pagamento ripartito in più di 10 rate possono disporre degli ulteriori moduli da utilizzare per il versamento dall’undicesima rata in poi; inoltre, possono ottenere la copia della Comunicazione delle somme dovute e dei moduli di pagamento relativi alle prime dieci scadenze.

Il servizio è accessibile senza dover inserire pin e password. Nelle pagine del sito AdeR dedicate alla rottamazione-ter e al saldo e stralcio, inserendo codice fiscale e altra documentazione per il riconoscimento, sarà consentito farsi pervenire alla mail indicata la copia della comunicazione e gli ulteriori bollettini.

Invece, nell’area riservata a cui si accede con SPID e Cie, e CNS, i bollettini saranno scaricabili in modo diretto.

In ogni caso, fa sapere il comunicato dell’11 novembre 2021, nei mesi di settembre ed ottobre 2021 sono stati inviati ai contribuenti i moduli in forma cartacea da utilizzare per il versamento dall’undicesima rata della rottamazione ter. Ma l’invio non è stato effettuato quando i piani sono risultati decaduti dalla rateizzazione per il mancato pagamento delle rate che erano in scadenza nell’anno 2019 e per coloro che già avevano richiesto con il servizio “Conti Tu” o con il servizio “Verifica stralcio” la rimodulazione delle somme da pagare.

Stralcio cartelle per importi fino a 5.000 euro

Con riferimento all’annullamento, fissato dal Decreto Sostegni, delle cartelle di importo inferiore a 5 mila euro (terminato il 31 ottobre 2021), si è provveduto ad aggiornare il servizio di verifica dello stralcio. Accedendo al servizio, è possibile controllare l’avvenuto annullamento dei carichi contenuti nel proprio piano di definizione agevolata oppure il mancato annullamento degli stessi.

In caso di annullamento, è possibile chiedere l’invio dei bollettini da utilizzare per il pagamento al netto dei debiti oggetto di annullamento.

Nuove date della definizione agevolata

Il decreto fisco/lavoro – n. 146/2021 – ha riscritto le scadenze di pagamento della definizione agevolata.

Per non perdere i benefici, le rate 2020 e 2021 della rottamazione-ter e del saldo e stralcio devono essere versate entro il 30 novembre 2021.

Tra le altre cose, sono stati riammessi nei termini i contribuenti decaduti dalla definizione agevolata per non aver pagato le rate originariamente previste nel 2020 (31 luglio, 31 agosto, 30 settembre e 31 ottobre 2021).

In definitiva, entro la data del 30 novembre 2021, vanno versate tutte le rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio sia del 2020 che del 2021.

Allegati