Sdoganamento all’importazione, pronta la Piattaforma di accoglienza

Pubblicato il


Sdoganamento all’importazione, pronta la Piattaforma di accoglienza

L’Agenzia delle Dogane, con la circolare n. 18/2021, fornisce informazioni in merito alla reingegnerizzazione del sistema informativo di sdoganamento all’importazione, che si rende necessario in vista del recepimento dei nuovi obblighi IVA connessi alle forniture di servizi e alle vendite a distanza di beni (cosiddetto pacchetto “e-commerce”).

Dal 1° luglio, infatti, entreranno in vigore alcune novità importanti in ambito Iva e dogane, con alcune semplificazioni che agevoleranno le piccole e medie imprese nell’accesso all’e-commerce (per le spedizioni di valore intrinseco inferiore a 150 euro, l’Iva potrà essere assolta mediante lo sportello unico di importazione (IOSS)).

Si ricorda che la Commissione Ue ha previsto una finestra temporale entro la quale i sistemi informativi nazionali ed unionali devono adeguarsi agli istituti del Codice Doganale dell’Unione (CDU).

Tale finestra temporale, per l’aggiornamento dei sistemi nazionali di importazione e dei regimi speciali all’importazione, si chiude il 31 dicembre 2022.

A tal fine, l’Agenzia delle Dogane ha delineato una road map per l’aggiornamento dei suddetti sistemi all’importazione, facendo corrispondere a tale necessità una completa progressiva reingegnerizzazione del proprio sistema informativo.

Si prevede, così, un percorso graduale di adeguamento agli istituti del CDU e di introduzione di nuove semplificazioni che saranno supportate in futuro dal nuovo sistema (dichiarazione semplificata, EIDR, sdoganamento centralizzato nazionale, etc.).

Modalità di accesso ai servizi

Gli operatori economici, a vario titolo coinvolti nel processo di sdoganamento all’importazione, fruiscono dei nuovi servizi offerti da ADM per il tramite della Piattaforma di accoglienza, che sostituisce il STD.

Le informazioni dettagliate per l’accesso ai servizi sono pubblicate sul sito istituzionale dell’Agenzia, nella sezione dedicata alla reingegnerizzazione AIDA – dichiarazioni di importazione.

Autenticazione

Per fruire dei nuovi servizi di importazione l’operatore economico interessato deve dotarsi delle credenziali SPID di livello 2, di persona fisica, di una CNS ovvero di una CIE, ai fini dell’accesso al portale istituzionale dell’Agenzia – PUDM.

Autorizzazione

Nella sezione “Documentazione di riferimento” de “La mia scrivania”, disponibile nella propria area riservata del PUDM dal menu “Mio Profilo”, sono fruibili i tutorial che illustrano dettagliatamente i principali casi d’uso per la richiesta delle autorizzazioni mediante il MAU (“Tutorial MAU”), differenziati in base alla natura del soggetto che intende fruire dei servizi on-line.

Certificato di autenticazione

Il dialogo con la Piattaforma di accoglienza avviene in modalità S2S e la sicurezza del canale di comunicazione è garantita da un certificato di autenticazione, di cui l’operatore economico deve dotarsi mediante il servizio “Gestione certificati” disponibile nell’area riservata del PUDM.

I messaggi da trasmettere alla Piattaforma di accoglienza sono firmati digitalmente.

Allegati