Valido l’F24 con campo rate Imu vuoto

Pubblicato il



Con il comunicato stampa del 24 maggio 2012, l’agenzia delle Entrate chiarisce che “le deleghe di pagamento già compilate senza l’indicazione della scelta all’interno del riquadro “rateazione/mese rif.” sono comunque considerate corrette e devono essere accettate dagli intermediari della riscossione (banche, Poste Italiane Spa e Agenti della riscossione)”.

Il comunicato si è reso necessario per risolvere la situazione, sollevata dai Caf, di migliaia di contribuenti, pensionati e lavoratori dipendenti, che si sono visti respingere da banche, poste e agenti di riscossione le deleghe di pagamento in questione, sulla base delle indicazioni diramate per la compilazione del modello F24 - risoluzione n. 35/E/2012, in cui nulla si diceva riguardo l’obbligo - prima dell’introduzione della possibilità di rateizzare in tre anziché due rate il pagamento dell’Imu (una o due rate per l’acconto).

Dall’introduzione della possibilità occorre indicare nella delega di pagamento F24 il numero di rate scelto dal contribuente per il pagamento del 18 giugno 2012 (0101 e 0102).

Tuttavia, con il comunicato in oggetto, si rettifica quanto indicato nella risoluzione n. 35/E/2012, e si stabilisce la validità degli F24 con campo rate Imu vuoto.

APPROFONDIMENTO
Allegati Links