06 giugno 2014

Accesso agli atti e riservatezza del dichiarante

All’esito di un controllo ispettivo il personale della DTL adotta verbale sanzionatorio nei confronti di Alfa. Quest’ultima, appena ricevuto il verbale, formula istanza di accesso agli atti ispettivi, adducendo, come motivazione, la necessità di spiegare difese avverso gli atti sanzionatori. La DTL oppone diniego sulla base delle seguenti considerazioni: 1. il DM del 04.11.1994 n. 757 sottrae all’accesso gli atti ispettivi per sottrarre i lavoratori da potenziali azioni discriminatorie e pressioni indebite o ritorsioni da parte del datore di lavoro; 2. l’avvenuta cessazione di un rapporto di lavoro non esclude l’esigenza di riservatezza del lavoratore; 3. le esigenze di difesa risultano tutelate dalla motivazione stesa nel verbale; 4. l’istanza di accesso sarebbe manchevole di una motivazione dettagliata in grado di consentire all’amministrazione di cogliere l’effettiva utilità della documentazione richiesta. Il diniego può essere avversato?
Contenuto riservato! Accedi o registrati gratuitamente.