Bilancio 2021 con proroga di Sugar e Plastic tax

Pubblicato il


Bilancio 2021 con proroga di Sugar e Plastic tax

Il DDL Bilancio, come trasmesso alla Camera, proroga al 1° luglio 2021 Sugar e plastic tax e attenua le relative sanzioni amministrative per: mancato o ritardato pagamento del tributo e tardiva presentazione della dichiarazione trimestrale.

Inoltre, sono potenziati i poteri di controllo dell’amministrazione: sarà effettuata con poteri e prerogative di cui all’articolo 18 del testo unico di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, anche tramite interventi presso i fornitori della plastica riciclata, per soli fini di riscontro sulle dichiarazioni presentate dai soggetti obbligati.

Sanzioni sugar e plastic tax

Le sanzioni vengono rimodulate:

  1. per il mancato pagamento si applica la sanzione amministrativa dal doppio al quintuplo dell’imposta evasa, non inferiore comunque a euro 250;
  2. per ritardato pagamento si applica la sanzione amministrativa pari al 25 % dell’imposta dovuta, non inferiore comunque a euro 150;
  3. per la tardiva presentazione della dichiarazione e per ogni altra violazione delle disposizioni delle imposte in argomento e delle relative modalità di applicazione, la sanzione amministrativa va da 250 a 2.500 euro;
  4. per l’irrogazione immediata delle sanzioni tributarie collegate alle imposte in oggetto si applica l’articolo 17 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472.

Sugar e plastic tax. Modifiche

La Manovra 2021 introduce alcune modifiche per la plastic tax:

  • i soggetti passivi includeranno quelli per conto dei quali i Macsi sono fabbricati;
  • passa da 10 a 25 euro la soglia di debito complessivo, risultante dalle dichiarazioni trimestrali relative ai Macsi immessi in consumo, al di sotto della quale l’imposta non è dovuta e la stessa dichiarazione non va presentata;
  • è estesa al rappresentante fiscale di cui si avvalgono i soggetti passivi non residenti né stabiliti nel territorio italiano la responsabilità solidale con i produttori dei Macsi;
  • vengono inclusi nell’ambito della tassazione i semilavorati, comprese le preforme.

Per la sugar tax, invece, rientra tra i soggetti che devono l’imposta, perché assimilato al fabbricante, anche chi cede le bevande edulcorate che, per conto suo, sono realizzate da un altro soggetto gestore dell’impianto di produzione.

Altre misure del Ddl Bilancio. Sace

Buone notizie per chi mira alla riduzione di esposizioni esistenti con il ricorso alla garanzia Sace.

Il Ddl Bilancio 2021 fa cadere il divieto di erogare solo in caso di nuove esposizioni: dal 1 °gennaio 2021 Sace garantirà anche le operazioni di refinancing.

Allegati