PNRR2: rinvio Codice della crisi, nuove assunzioni Giustizia

Pubblicato il



PNRR2: rinvio Codice della crisi, nuove assunzioni Giustizia

Il decreto PNRR 2 - Dl n. 36/2022 pubblicato in Gazzetta il 30 aprile 2022 e già in vigore - prevede, tra le ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza riferite, in particolare, al settore giustizia, lo slittamento, di due mesi, dell'entrata in vigore del Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza.

L'art. 42 del provvedimento, nel dettaglio, modifica l'articolo 389 del Decreto legislativo n. 14/2019 (Codice della crisi), sostituendo, al comma 1, la data precedentemente prevista per l'entrata in vigore del provvedimento (16 maggio 2022) con la data del 15 luglio 2022.

Il nuovo rinvio consentirà di allineare le disposizioni del Codice alla direttiva Insolvency e al relativo decreto legislativo di recepimento.

Nuove assunzioni Giustizia: esecuzione penale esterna e giustizia minorile

Da segnalare, tra le altre previsioni del nuovo Decreto legge, le misure previste dall'art. 17 ai fini del potenziamento dell'esecuzione penale esterna e della rideterminazione della dotazione organica dell'Amministrazione per la giustizia minorile e di comunità, con relativa autorizzazione all'assunzione.

E' stato, in proposito, disposto:

  • l'incremento di 11 unità della dotazione organica dei dirigenti penitenziari del ruolo di esecuzione penale esterna;
  • l'aumento di 1.092 unità di personale del comparto funzioni centrali del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità di cui 895 unità dell'Area III, posizione economica  F1 e 197 unità dell'Area II, posizione economica  F2.

Per la copertura della dotazione organica relativa all'esecuzione penale esterna, verranno bandite, dal ministero della Giustizia, nell'anno 2022, apposite procedure concorsuali finalizzate all'assunzione, con contratto di lavoro  subordinato a tempo indeterminato, con decorrenza 1° luglio 2022, del citato contingente di  personale dirigenziale, "in aggiunta alle ordinarie facoltà assunzionali, anche tramite scorrimento delle graduatorie in corso di validità alla data di entrata in vigore del presente decreto".

Al fine di coprire, invece, la dotazione organica concernente la Giustizia minorile, il ministero è autorizzato ad assumere, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato,
e in data non anteriore al 1° novembre 2022, 1.092 unità di personale amministrativo non dirigenziale, mediante espletamento di concorsi e tramite scorrimento delle graduatorie in corso di validità.  

Tali procedure concorsuali - per come espressamente disposto- saranno bandite in deroga a quanto previsto dall'articolo 35, comma 4, del Decreto legislativo n. 165/2001.

Reclutamento Giustizia, aggiornamento sugli ultimi concorsi

Sul fronte delle nuove assunzioni Giustizia, si segnala che sono stati appena resi noti i numeri del concorso per il reclutamento, negli uffici giudiziari, di 5.410 unità con profili tecnici e amministrativi: in totale, sono state 72.188 le domande presentate entro il termine di scadenza del 28 aprile. Le prove si svolgeranno entro il mese di giugno.

Novità anche per il concorso a 500 magistrati ordinari indetto con decreto ministeriale 1° dicembre 2021: è stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale, 4ª Serie speciale "Concorsi ed esami" n. 34 del 29 aprile 2022, il diario delle prove scritte.

Queste ultime - per come già anticipato dal ministero con nota diffusa i giorni scorsi - si terranno nei giorni 13, 14 e 15 luglio 2022.

Allegati