Dichiarazioni

Sostituti, certificazione dei redditi in pista con il Cud per il 2005

eDotto | 20/02/2005 L’agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 15 novembre 2004 (pubblicato in “Gazzetta Ufficiale” n. 280 del 29 novembre 2004, suppl. ord. 171), ha approvato il modello “Cud 2005”, con le relative istruzioni, che deve essere utilizzato dai datori di lavoro sostituti d'imposta per la certificazione delle somme e dei valori erogati nel 2004 ai lavoratori dipendenti ed ai percettori di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Nell’articolo è contenuta un’analisi delle modalità che...
FiscoAccertamentoDichiarazioniModelli di dichiarazione e di versamento

Terzo settore, quadri al restyling

eDotto | 16/02/2005 Pubblicata dall’agenzia delle Entrate la seconda bozza del modello UNICO 2005 ENC con le relative istruzioni. Tra le principali novità evidenziate si segnala il cambiamento della denominazione del quadro RL (da "redditi diversi" ad "altri redditi"), in cui devono essere indicati, da quest'anno, i redditi diversi di cui all'art. 67 del TUIR e, nella prima sezione, i redditi di capitale disciplinati dal Capo III del Titolo I del TUIR (in precedenza indicati nel quadro RI); il recepimento, nel...
FiscoAccertamentoDichiarazioniModelli di dichiarazione e di versamento

Riallineamento su base proporzionale

eDotto | 15/02/2005 I modelli di dichiarazione per il 2004 si stanno avviando verso la loro versione definitiva. Sul sito Internet delle Entrate sono state pubblicate le bozze dei modelli UNICO 2005 SP ed UNICO 2005 SC, unitamente alle relative istruzioni. In particolare, il quadro RF dei modelli è stato leggermente modificato rispetto alla prima bozza, prevedendo: l'accorpamento dei righi riguardanti i redditi derivanti dalla partecipazione in società di persone e in società di capitali che hanno esercitato...
FiscoAccertamentoDichiarazioniModelli di dichiarazione e di versamento

Unico 2005 fa i conti con la riforma

eDotto | 12/02/2005 Disponibili sul sito Internet delle Entrate, www.agenziaentrate.gov.it, le bozze del modello Unico 2005, con le relative istruzioni per la compilazione, riservato alle persone fisiche. Il modello è stato modificato per accogliere le nuove regole in tema di reddito d’impresa. Inoltre, tra le altre modifiche si segnala: l'istituzione del nuovo quadro EC, contenente il prospetto per la deduzione extra-contabile dei componenti negativi di reddito di cui all'articolo 109, comma 4, lettera b) del...
FiscoAccertamentoDichiarazioniModelli di dichiarazione e di versamento


Nel 770 più dati sulle compensazioni

eDotto | 27/01/2005 Sul sito dell’agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i modelli definitivi per la dichiarazione 770/2005 semplificato ed ordinario. Tra le novità più importanti, oltre a quella di potere spedire la dichiarazione in modo completamente autonomo, si ricordano quelle contenute nel quadro SX, che a partire dalla dichiarazione dei sostituti d’imposta relativa al 2004 si arricchisce di nuovi campi che dovrebbero aiutare il sostituto nella relativa compilazione. Per quanto riguarda i termini di...
FiscoModelli di dichiarazione e di versamentoDichiarazioniAccertamento

Nel 730 i dividendi perdono il credito

eDotto | 26/01/2005 Il modello 730 per la dichiarazione dei redditi semplificata relativa al periodo d’imposta 2004 è stato pubblicato, previa approvazione da parte dell’agenzia delle Entrate, sul sito Internet della stessa Agenzia. Esso si rivolge ad un pubblico di 14,5 milioni di contribuenti, che intendono avvalersi dell’assistenza fiscale dei sostituti d’imposta e dei Caf. Il provvedimento del 13 gennaio 2005 (in corso di pubblicazione sulla “Gazzetta Ufficiale”), oltre ad indicare tutti i termini utili per...
Modelli di dichiarazione e di versamentoDichiarazioniFiscoAccertamento

Allarme avvisi «pazzi» sul modello 770

eDotto | 15/01/2005 Come accaduto negli anni precedenti, gli errori commessi dall'Agenzia delle Entrate nei primi giorni del 2005 continuano ad essere numerosi e soprattutto gli intermediari sembrano accorgersene. Secondo voci non confermate sarebbero, infatti, partiti circa 900mila "preavvisi" errati. Il fatto che si tratti di preavvisi e non di cartelle potrebbe semplificare le cose, consentendo al Fisco di rimediare, fin dove possibile, ad eventuali inesattezze.  
FiscoAccertamentoDichiarazioni