Fatturazione elettronica. Standard di Codifica AssoSoftware, faq

Fatturazione elettronica. Standard di Codifica AssoSoftware, faq

Lo Standard di Codifica AssoSoftware sta per diventare una Prassi di Riferimento UNI.

Comunque, la fattura accettata dallo SdI non può essere rifiutata dal cliente, che la deve registrare.

Assosoftware continua la pubblicazione delle Faq sulla fatturazione elettronica.

Con una delle risposte dell’11 marzo 2019, quella in merito allo “standard Assosoftware”( un cliente asseriva che la fattura non fosse valida e dovesse essere rifatta senza l'arricchimento standard), è chiarito che:

  1. la fattura elettronica non scartata dallo SdI è correttamente emessa e non può essere rifiutata dal cliente destinatario della merce o prestazione che ha ricevuto la fattura e lo stesso ha l'obbligo di registrarla contabilmente;
  2. le informazioni gestionali aggiunte secondo lo standard AssoSoftware non alterano il contenuto informativo fiscalmente valido ma vanno ad inserirsi nell'area parametrica appositamente prevista per tali finalità (Tag 2.2.1.16 <AltriDatiGestionali>, blocco che consente di agli utenti di inserire, con riferimento ad una linea di dettaglio, informazioni utili ai fini amministrativi, gestionali etc.);
  3. lo Standard di Codifica AssoSoftware, sviluppato all'interno dell'Associazione dei Produttori di Software, è largamente condiviso ed utilizzato dalle software house Italiane (anche non associate) ed è stato iniziato il percorso con UNINFO (di cui AssoSoftware è socio ordinario) per far diventare lo Standard una Prassi di Riferimento UNI.

Anche in

  • eDotto.com - Edicola del 26 febbraio 2019 - Fatturazione elettronica. Assosoftware, faq su trimestrali e fatture passive - G. Lupoi
FiscoImposte indiretteImposteIVA