Premi INAIL sospesi per Coronavirus, le linee guida

Pubblicato il



Premi INAIL sospesi per Coronavirus, le linee guida

I soggetti che hanno iniziato l’attività d’impresa, di arte o professione dopo il 31 marzo 2019, hanno diritto alla sospensione del versamento dei premi INAIL per i mesi di aprile e di maggio 2020, a prescindere dai ricavi e compensi conseguiti. Possono beneficiare della sospensione anche tutti gli enti non commerciali che svolgono prevalentemente attività istituzionale di interesse generale (non in regime d’impresa).

A specificarlo è l’INAIL, con la circolare n. 21 del 18 maggio 2020, in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del cd. “Decreto Rilancio” e delle eventuali modifiche che potranno incidere sulle disposizioni in argomento.

Premi INAIL sospesi per Coronavirus, la condizione economica

L’art. 18 del D.L. n. 23/2020 (cd. “Decreto Liquidità”) ha stabilito la sospensione per i mesi di aprile e di maggio 2020 di una serie di versamenti, tra cui i premi per l'assicurazione obbligatoria. Nello specifico, oltre ai soggetti menzionati in premessa, i versamenti sono sospesi anche per i soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato.

Per questi ultimi è necessario che si verifichino:

  • ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del “Decreto Liquidità”, che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto agli stessi mesi del precedente periodo d’imposta;
  • ricavi o compensi superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del “Decreto Liquidità”, che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 50% nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto agli stessi mesi del precedente periodo d’imposta.

Premi INAIL sospesi per Coronavirus, ripresa dei versamenti

I versamenti sospesi devono essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi:

  • in un'unica soluzione, entro il 30 giugno 2020;
  • mediante rateizzazione fino a un massimo di cinque rate mensili di pari importo a decorrere dal medesimo mese di giugno 2020.

Premi INAIL sospesi per Coronavirus, comunicazione via Pec

Tutti i datori di lavoro che non hanno versato i premi INAIL per l'emergenza Coronavirus dovranno comunicare all'Istituto assicuratore di avere effettuato la sospensione, specificando la disposizione applicata e dichiarando di possedere le condizioni previste dalla stessa per usufruire del beneficio.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 14 maggio 2020 - Premi INAIL 2020, aggiornati i limiti di retribuzione imponibile – Bonaddio