Diritto Commerciale

Aspiranti Onlus sotto esame

eDotto | 17/05/2005 La circolare agenziale n. 22 del 16 maggio 2005 aggiorna i chiarimenti espressi dall'Amministrazione finanziaria attraverso la circolare n. 14 del 2003 circa le modalità di effettuazione dei controlli sulle Organizzazioni non lucrative (Onlus) che richiedono l'iscrizione all'apposita anagrafe o che vi risultano già iscritte. L'ottenimento dell'iscrizione avviene presentando alla Dre competente la comunicazione redatta sul modello approvato con il decreto ministeriale del 19 gennaio 1998, cui va...
Enti non commercialiDiritto CommercialeDiritto

Enti non commerciali, tassazione in sospeso

eDotto | 10/05/2005 Con la circolare n. 22 del 26 aprile 2005, L'Associazione italiana intermediari mobiliari (Assosim) segnala l'assenza di norme per le ritenute sugli utili percepiti dalle associazioni Onlus durante il 2005. Secondo Assosim, nell'attuale situazione di vacatio legis deve ritenersi che la ritenuta di cui all'articolo 4, lettera q) del decreto 344/03 (unico riferimento) non possa trovare applicazione per i dividendi corrisposti nel 2005, poiché la norma si riferiva agli utili corrisposti "nel primo...
Enti non commercialiDiritto CommercialeDirittoFiscoImposteIRESImposte dirette


Diritti CdC, fino al 20 luglio ravvedimento per due anni

eDotto | 21/04/2005 Il decreto interministeriale n. 54 del 27 gennaio 2005 (G.U. n. 90/2005) riordina le norme sulle sanzioni amministrative per i ritardi e le omissioni nei pagamenti dei diritti annuali delle Camere di commercio e le regole per i ravvedimenti. Esso dispone anche la riapertura dei termini temporali per i diritti scaduti dei due anni dal 2001 al 2002, rispettando così il principio del favor rei.
Diritto CommercialeDirittoImpresa e imprenditoreRegistro imprese




Senza aumenti i diritti delle CdC

eDotto | 01/02/2005 Il messaggio del Ministero delle Attività Produttive alle Cdc per il 2005 è chiaro: quest’anno non ci devono essere gli aumenti dei diritti camerali annuali. L’obiettivo è quello di ridurre gli oneri in capo alle imprese. Pertanto, se il fatturato di un'impresa dovesse essere inferiore a quello dello scorso anno, si pagherà l'importo inferiore commisurato al fatturato 2004. Il diritto annuale dovuto dalle imprese iscritte nel Registro delle Cdc non è frazionabile in rapporto alla durata...
Diritto CommercialeDirittoRegistro impreseImpresa e imprenditore

Cancellazioni dalle Cdc entro lunedì

eDotto | 27/01/2005 Le imprese, che hanno cessato la loro attività entro il 31 dicembre 2004, hanno tempo fino a domani, 30 gennaio 2005, con possibilità di proroga al 31 gennaio, per cancellarsi dal Registro delle Imprese delle Camere di Commercio. Chi non presenta la richiesta di cancellazione entro i termini indicati è tenuto a pagare la quota di iscrizione alle CdC per l’intero anno 2005.     
Registro impreseImpresa e imprenditoreDiritto CommercialeDiritto